Want to make creations as awesome as this one?

Transcript

2

5

3

6

4

1

1

1

La magica medicina

Ciao, io sono George e ho una nonna egoista, prepotente e insopportabile, che mi disgusta raccontandomi come sono buoni da mangiare bruchi, lombrichi e soprattutto scarafaggi, che scrocchiano così bene sotto i denti, e mi spaventa lasciandomi credere che lei possa essere una strega.Cosa posso fare allora se non preparare una magica medicina che cambi almeno un po’ il carattere della mia nonna?

In questo caso il dito magico è il mio, ovvero quello di una bambina che, come tutti i bambini, ha la magia di ribellarsi alle cose che non le piacciono. Le conseguenze della mia magia sono a dir poco...invasiveper chi la subisce, ma si fondano su dei principi importanti!

Il dito magico

Ciao, io sono Matilde, una bambina molto intelligente e, soprattutto, una grande lettrice. La mia vita, però, non è semplicissima: i miei genitori non mi apprezzano e mi trattano con indifferenza, la signorina Spezzindue, poi, è una donna terribile che odia i bambini.Chissà se riuscirò a trovare qualcuno che riesca a riconoscere e valorizzare la miaincredibile intelligenza.

Matilde

Come fa un timido signore in pensione ad attaccar discorso con la vedova dei suoi sogni la quale, al piano di sotto, presta attenzione solo a me, la sua tartaruga adorata?Per fortuna io non cresco abbastanza e il timido signore ha il modo così di insegnare all'amata un metodo infallibile per raddoppiare le mie dimensioni:magia o astuzia?

Agura Trat

Avrete a disposizione un mese per leggere ogni libro e, all'inizio del mese successivo, dovrete svolgere una prova di comprensione sul quel testo.

Tempistiche

Ciao, io sono il protagonista di questo libro: un coccodrillo spaventoso e affamato che cerca di soddisfare il suo più grande desiderio: mangiare bambini succulenti e cicciottelli. All'interno del romanzo incontrerete animali dai nomi veramente insoliti:l’ippopotamo Panciapalla,l’elefante Bombardone,la scimmietta Zompalàe l’uccello Rococcò!

Il coccodrillo enorme

Come sono queste streghe?Non sono quelle delle fiabe, sempre scarmigliate e a cavallo di una scopa, ma quelle elegantissime, somiglianti a certe signore che probabilmente già conoscete.Come fare a individuarle?Bisogna stare attenti a chi porta sempre i guanti, a chi si gratta la testa, a chi si toglie le scarpe a punta sotto il tavolo e a chi ha i denti azzurrini, perché tutto ciò serve a nascondere gli artigli, i crani calvi, i piedi quadrati e la saliva blu mirtillo.

Le streghe