Want to make creations as awesome as this one?

Transcript

Giornata del ricordo delle vittime delle mafie

A. Agoni, A. Marandici, L. Greco, S. Prezioso Torino, 2 1 Marzo 20243^A RIM

04

03

02

01

Giuseppe Impastato

Legge 109/96

21 Marzo

Don Ciotti

INDICE

01

DON CIOTTI

Pio Luigi Ciotti è nato a Pieve di Cadore nel 1945.A vent’anni fonda il gruppo “Gioventù" e poi nel 1974 fonda il “Gruppo Abele”.Dopo le stragi di Capaci e di via D’Amelio, don Ciotti fonda “Libera”, un’associazione impegnata contro la criminalità organizzata e col tempo la sua figura diventa un punto di riferimento nella lotta alla mafia e alle organizzazioni criminali.

Pio Luigi Ciotti

02

Il 21 Marzo

Edizione 2024 a Roma

Com'è nata l'iniziativa?

21 Marzo

Il 21 marzo di ogni anno si celebra la "Giornata della Memoria e dell'Impegno in ricordo delle vittime delle mafie".

Grazie a due mamme di ragazzi uccisi dalla mafia

Le attività dell'associazione per l'impegno e la memoria

La manifestazione nazionale si è svolta a Roma

03

Legge 109 del 1996

La legge 109 del 1996 regola la confisca dei beni di proprietà dei mafiosi e la loro riassegnazione.Questa idea nacque dall’associazione Libera il 7 Marzo del 1996 e nel tempo venne istituita un’agenzia dedicata alla gestione di questi beni, l’ANBSC.Il Piemonte è la settima regione per beni confiscati in Italia; ma al tempo stesso è penultima nel loro riutilizzo; ma a breve nel Canavese nascerà una casa per le vittime di violenza; mentre a Venaria un centro di accompagnamento al lavoro.

Legge 109 del 1996

04

GiuseppeImpastato

Giuseppe Impastato nasce a Cinisi (PA) il 5 gennaio 1948 da una famiglia mafiosa. Nel 1965 fonda il giornalino “l’idea socialista” e aderisce al PSIUP e nel 1977 fonda “Radio Aut”, radio libera autofinanziata, con cui denuncia i delitti e gli affari dei mafiosi di Cinisi e Terrasini, e in primo luogo del capomafia Gaetano Badalamenti.La vita di Impastato ebbe una fine tragica il 9 maggio 1978, quando fu assassinato dalla mafia. Il suo corpo fu ritrovato dilaniato da una esplosione su una ferrovia, inizialmente inscenata come un suicidio ma poi venne riconosciuta come delitto mafioso.

Giuseppe Impastato