Want to make creations as awesome as this one?

Transcript

Giulia Riggillo 1 D

Cromatografia su carta

Pigmenti fotosintetici

Con questo esperimento, andremo ad osservare entrambe le tipologie, potendo osservare tutte le colorazioni presenti all'interno, che attraverso l' occhio umano non sono visibili inizialmente.

Secondo la biologia, i pigmenti, sono delle sostanze in grado di conferire colore ad un elemento.I pigmenti vengono classificati in due categorie: naturali e chimici. I pigmenti naturali, si trovano nei cloroplasti delle foglie e sono: clorofilla a e b,xantofilla e carotene. Invece quelli chimici, si ottengono dai composti di petrolio e catrame.

Che cosa sono i pigmenti fotosintetici?

Introduzione

  • Carta da filtro
  • Mortaio con pestello
  • Pipetta
  • Alcool
  • Beuta
  • Matita/scotch
  • Spinaci
  • Setaccio
  • Vetri Petri

Materiali

Per cominciare l' esperimento abbiamo sminuzzato la parte più tenera delle foglie degli spinaci in maniera molto piccola,finito ciò sono stati portati all'interno del mortaio per poi aver aggiunto l' alcool che aiuta a far uscire i pigmenti. Con il pestello è stato macinato tutto molto intensamente fino ad ottenere un composto liquido che è stato messo all' interno di un contenitore in questo caso sono stati utilizzati i vetri Petri. Dopodichè con un setaccio abbiamo aggiunto tutti i resti più grossolani che inizialmente non sono stati aggiunti. Successivamente è stata tagliata la carta da filtro in maniera rettangolare e con una matita viene segnato un punto di riferimento ovvero una linea che segna 1 cm dal bordo. Con la pipetta viene aspirato il liquido e versato sulla linea, successivamente la beuta è stata riempita di alcool (non completamente solo fino alla linea del rettangolo di carta) ed è stata immersa la striscia di carta da filtro e per farla rimanere sospesa è stata retta da una matita oppure attaccata ai bordi della beuta con lo scotch. Si attendono circa 15 minuti e si noteranno le differenze.

Svolgimento

In questo esperimento ho notato che:

Osservazioni

Inizialmente gli spinacivanno pressati molto bene altrimenti anchecon l' aggiunta di alcool rimangono varie fibre più grossolane

01

Dopo il processo i colori erano molto più sgranati a causa dell' alcool.

02

Immagini del processo

Miscela di pigmenti e alcool

Pipetta e carta da filtro

Pigmenti fotosintetici

Prova 1

Pigmenti chimici

Prova 2

Pigmenti chimici

Prova 3

Conclusioni

Con questo esperimento abbiamo notato la tecnica di separazione in cui si dividono i pigmenti.Inizialmente è stato fatto l' esperimento su pigmenti naturali e sulla carta da filtro si evidenziano 3 colori: clorofilla a e b e xantofilla. Abbiamo provato l' esperimento anche su dei pigmenti chimici ovvero dei pennarelli e abbiamo scelto 2 colori: nero e viola. Il nero grazie a questo esperimento si è diviso in tutti i colori fino al più chiaro.Il viola dopo il processo si è diviso in varie sfumature più chiare tendenti al magenta .

In questo esperimento ho incontrato varie criticità a partire dal composto,che essendo molto liquido appena toccava uno strumento si macchiava e di conseguenza anche il piano di lavoro.Dopodichè con la pipetta è stato aggiunto troppo composto liquido che non rispettava i confini della linea come punto di riferimento, tra l' altro è stata utilizzatata molta carta da filtro dato che inizialmente non veniva tagliata correttamente in maniera rettangolare.

Criticità

Commento personale

Questo esperimento mi è piaciuto molto e lo rifarei molto volentieri perchè fino a poco tempo fa non avrei mai immaginato che una pianta o qualsiasi altro oggetto abbia internamente molti colori ed esteriormente solo uno.E' molto interessante anche se a primoimpatto non avevo capito molto bene il processo, solo dopo sono riuscita a capire tutti i vari concetti.

Giulia Riggillo

Grazie della visione!