Want to make creations as awesome as this one?

More creations to inspire you

Transcript

LE PRIGIONI DEL CIBO:L'ANORESSIA

5.CURE

4.CONSEGUENZE

7.UN CASO DI ANORESSIA

6.GIORNATA MONDIALE CONTRO I DISTRUBI ALIMENTARI

1.INTRODUZIONE

3.CAUSE

2.SINTOMI

INDICE

L'anoressia è un disturbo alimentare caratterizzato da un peso corporeo e un indice di massa corporea anormalmente bassi, dalla paura intensa di prendere peso e da una percezione distorta del proprio peso corporeo e forma fisica. L’anoressia colpisce più comunemente le ragazze e le donne, sebbene recentemente stia diventando più comune anche tra i ragazzi e gli uomini.

COS'È L'ANORESSIA?

Trai i primi:1. Amenorrea (scomparsa delle mestruazioni per almeno 3 cicli consecutivi):2. Ipotermia (<35 °C) con intolleranza al freddo.3. Bradicardia (frequenza <60 battiti/minuto).4. Ipotensione arteriosa (pressione <70 mmHg).5. Secchezza della cute, che tende a ricoprirsi di una sorta di fine peluria, e colorito giallastro (per aumento del beta-carotene).6. Prurito cutaneo generalizzato;7. Dolori addominali e stitichezza.8.Vertigini o svenimenti.

Tra i sintomi psicologici, i segni più comuni che possono fare sospettare un'anoressia nervosa sono: 1. Ossessivo controllo del peso corporeo e delle sue oscillazioni, vissute con grande preoccupazione, come esperienze irrimediabili.2. Spesso, saltare i pasti o rifiutarsi di mangiare.3. Mangiare solo alcuni cibi "sicuri", di solito quelli a basso contenuto di grassi e calorie.4. Adozione di pasti rigido o rituali legati al cibo, come sputare cibo dopo la masticazione.5. Timore di mangiare in pubblico.6. Mentire su quanto cibo è stato consumato. 7. Frequente controllo allo specchio dei difetti percepiti.8. Umore piatto (apatia).9. Ritiro sociale.10. Irritabilità.11. Insonnia.

I sintomi dell'anoressia nervosa si possono suddividere in sintomi di tipo fisico e sintomi di tipo comportamentale.

SINTOMI

1. Complicazioni cardiache2. Problemi riproduttivi come Amenorrea (assenza di mestruazioni) o Infertilità 3. Problemi cardiovascolari come Infarto, Ipotensione (bassa pressione sanguigna), Bradicardia (battito cardiaco lento), Aritmie (battito cardiaco irregolare), Danni strutturali e funzionali del cuore 4. Problemi neurologici come Convulsioni, Irritabilità, Neuropatia periferica (intorpidimento, dolore o debolezza, di solito alle mani o ai piedi) 5. Problemi muscolo-scheletrici come fragilità ossea, Densità di massa ossea ridotta (BMD), Osteoporosi e aumento del rischio di fratture.

3. Cause ambientali: la cultura occidentale moderna tende ad enfatizzare la magrezza. La pressione sociale può quindi alimentare il desiderio di essere magri, soprattutto tra ragazze giovani.

2. Cause psicologiche: alcune persone con anoressia possono avere tratti di personalità ossessivo-compulsivo che rendono più facile attenersi a diete rigorose e rinunciare al cibo nonostante la fame.

1. Cause biologiche: anche se non è ancora chiaro quali siano i geni coinvolti, ci possono essere mutamenti genetici che rendono alcune persone più soggette a sviluppare anoressia.

L'esatta causa di anoressia è sconosciuta. Come per molte malattie, è probabilmente determinata da una combinazione di fattori biologici, psicologici e ambientali:

CAUSE

CONSEGUENZE

Diverse ricerche suggeriscono che determinati farmaci (come gli antidepressivi, gli antipsicotici o gli stabilizzatori dell'umore) in alcuni casi potrebbero essere utili per i pazienti anoressici. Ma comunque nessun farmaco si è dimostrato in grado di funzionare al cento per cento nell'importante fase di recupero del peso normale.

I pazienti anoressici possono guarire grazie all'aiuto di un'équipe formata da medici, nutrizionisti e psicologi.I medici:1. Aiutano il paziente a recuperare un peso normale.2. Curano i problemi psicologici connessi all'anoressia.3. Aiutano il paziente a superare i comportamenti o i pensieri in grado di provocare il disturbo alimentare.Con questi tre passaggi è possibile prevenire le ricadute, il paziente riesce cioè a star bene sempre e a non riammalarsi dopo un periodo in cui sembrava guarito. Alcune forme di psicoterapia sono in grado di risolvere o alleviare le cause psicologiche dell'anoressia. Il funzionamento o il mancato funzionamento della terapia, però, dipende dal paziente e dalla sua situazione e sfortunatamente non esiste un unico tipo di psicoterapia che si dimostri efficace per tutti gli adulti anoressici

LE CURE

15 MARZO: GIORNATA MONDIALE DEI DCA

Quando il peso nello sport diventa un obbiettivo malato

LE STORIE DELLE FARFALLE

Carlotta Ferlito, 27 anni, tra le ginnaste più conosciute, racconta che a otto anni la chiamavano “maiale”, portandola ad ammalarsi di DSA.

Vanessa Ferrari, 32 anni, tra le più grandi ginnaste del nostro Paese, parla dell’incubo del peso, per il quale arrivava a vomitare dopo mangiato.

Nina Corradini, 19 anni, giovane promessa della ginnastica ritmica, racconta delle offese subite quotidianamente. Costretta a pesarsi più volte al giorno davanti a tutti, subiva i duri commenti della sua allenatrice, commenti che l’hanno portata a mangiare sempre meno e a prendere lassativi per dimagrire.

Isetto Ginevra, Porciani Carolina, Porciani Gaia, Quilici Yndia.

Grazie per l'attenzione!