Want to make creations as awesome as this one?

Transcript

LA ROMANIA

EDUCAZIONE FISICA

ARTE

ITALIANO

SCIENZE

STORIA

EDUCAZIONE CIVICA

TECNOLOGIA

GEOGRAFIA

INGLESE

INDICE

Hello!My name is Finaru Denisa-Elena. I am fifteen years old, i am from Romania and i came to Italy two years ago . Now I present to you my thesis.

La Romania è posizionata nella zona Sud Orientale dell'Europa. A nord-est confina con Ucraina e Moldavia, a sud con Bulgaria, a sud-ovest con la Serbia, a nord-ovest con l'Ungheria e si affaccia sul Mar Nero con un breve tratto di costa. Ha una popolazione di 19.053.815 abitanti e una superficie di 238391 km2. La Romania è una Repubblica Semipresideniziale e la sua capitale è Bucarest.In Romania prevalgono le pianure, i principali rilievi sono i Carpazi, che si trovano nel centro del paese.Il clima è di tipo continentale temperato freddo, con inverni rigidi ed estati afose. La Romania è montuosa al centro e al nord, e pianeggiante a sud e a est.Il fiume principale è il DANUBIO, che per un lungo tratto segna un confine con Serbia e Bulgaria e che poi sfocia nel Mar Nero, altri fiumi sono il Siret e il Prut.

+ info

GEOGRAFIA

+ info

Il Settore primario ricopre ancora un ruolo fondamentale.Nonostante i progressi nei settori industriali e dei servizi, la Romania è quindi ancora un Paese decisamente agricolo. Si coltivano soprattutto cereali, patate, barbabietelo, lino, canapa, girasoli e viti.

Settore primario

Le principali industrie sono la metallurgia, la petrolchimica e l'ingeneria meccanica.La Romania, inoltre, ha una grande disponibilità di risorse agricole è minerarie. La Romania è ricchissima di risorse naturali- petrolio, gas naturale, carbone, ferro, rame e bauxite.

Settore secondario

Nel settore terziario invece sono in crescita il Commercio e il Turismo. Grazie al porto di Costanza, sul Mar Nero, la Romania ha inoltre un ruolo importante, è in crescita per il commercio all'interno della regione. Anche il turismo è in aumento, sia nelle regioni montuose sia sulla costa del Mar Nero.

Settore terziario

Già nel 1800 la Romania era considerata il granaio d'Europa. Oggi la produzione agricola resta fondamentalmente per l'economia di questo paese. Pensate che il 60% del territorio rumeno è destinato all'agricoltura, specialmente ai cereali come il granoturco e il frumento.Nel 1991 la terra agricola rumena è stata tolta alle cooperative agricole di Produzione e ridistribuita in parte ai propirtari che la possedevano prima del regime comunista. Questo ha fatto che ora in Romania il 66,5% del terreno arabile sia in mano a 3,9 milioni di piccole proprietà. La Romania è anche terra di antiche produzioni vitivinicole: li si trovano vini provenienti da viticci internazionali patrimonio da secoli di questo paese. La presenza di molti boschi di querce e faggi in Romania favorisce la possibilità di raccolta di frutti e semi di bosco.

Tecnologia

Il 1° settembre del 1939, Hitler invase con il suo esercito la Polonia, scatenando la seconda guerra mondiale. Invece il 3 settembre 1939 Inghilterra e Francia definite come ,,alleati", dichiararono guerra alla Germania. L'esercito nazista travolse la resistenza polacca, senza difficoltà ed entrò a Varsavia, infatti il 30 settembre 1939, Stalin invase la Finlandia, invece nel giugno 1940, Hitler aggirando le truppe franco-inglesi, entrò con il suo esercito a Parigi; la Francia era sconfitta. Hitler dopo la conquista della Francia, vuole occupare anche l'URSS, ma prima di raggiungere questo obbiettivo doveva concludere la guerra con la Gran Bretagna, quindi nell'estate del 1940, Hitler scatenò una battaglia aerea contro gli inglesi, però i tedeschi furono sconfitti. L'Italia non entrò in guerra vista l'impreparazione militare. Ma l'anno successivo, alla vista del crollo della Francia, Benito Mussolini il 10 giugno 1940, davanti ad una folla entusiasta radunata a piazza Venezia (Roma), dichiara l'entrata in guerra da parte dell'Italia. Nell 1941 i fronti si moltiplicarono e il numero delle vittime cominciava a salire. Il 1941 fu un anno cruciale poiché nazisti a partire dal 1941 volevano portare a termine il loro progetto di distruzione della popolazione ebraica. I nazisti credendo che gli ebrei fossero la potenza più forte al mondo, diedero inizio al loro rastrellamento. Più di 6 milioni di ebrei furono deportati nei lager, dove venivano privati della loro identità, morivano di fame, dormivano su dei tavolacci senza materassi e cuscini e venivano costretti a svolgere lavori pesantissimi. Man mano che arrivavano, gli ebrei all'esaurimento venivano portati a fare una ,,doccia", però dalle doccie dei lager non usciva acqua, ma un gas letale che sterminava tutti all'istante. Vcino ai lager sorgeva la residenza del comandante, che viveva in ,,felicità" con la sua famiglia. Hitler e l'operazione Barbarossa Calpestando il patto Molotov, Hitler nel 1941 diede inizio all' Operazione Barbarossa, che determinò l'invasione in URSS; la Russia impreparata, subì una forte avanzata da parte delle truppe naziste. Infine i soldati tedeschi riuscirono ad arrivare al fronte, però i russi non davano loro tregue e furonofermsti da Stalin prima di invadere Stalingrado, Mosca e Leningrado; forse la stella del Furher cominciava a tramontare. Nel marzo 1945, le forze americane liberano il Belgio e l'Olanda e invadono la parte orientale della Germania. Nel maggio 1945, Hitler si suicida nel bunker dove si è nascosto, assieme alla compagna Eva Braun; la Germania ormai distrutta, firmò la ,,resa senza condizioni". Il 25 Aprile 1945 gli alleati liberarono l'Italia, la guerra in Europa finisce. Pochi mesi dopo il presidente degli Stati Uniti, Truman ordinò di sganciare le prime bombe atomiche su Hiroshima e Nagasaki (Giappone/agosto 1945), perché il Giappone

Storia

Mihai Eminescu nato il 15 gennaio 1850 come settimo figlio di Gheorghe Eminovici e Raluca Iurascu.Riconosciuto come poeta, filologo, scrittore e giornalista politico Rumeno.Le sue opere più famose sono ,,Luceafarul" e ,,Mai am un singur dor".,,Luceafarul" è un componimento lirico, drammatico e filosofico, la cui trama si sviluppa in 98 quartine intreciando la purezza classica con lo stile romantico ed avendo come tema principale stilistico l'allegoria ma anche l'antitesi della condizione tra genio e gente comune. Per sfortuna nel 1889 alle 3 del mattino del 15 giugno lui morì a causa di una cura con mercurio che lui faceva per i suoi disturbi mentali.

Italiano

Nicolae Grigorescu nato nel 1838, è stato un pittore rumeno, considerato il fondatore della pittura rumena moderna. Negli anni 1873-1874 viaggia in Italia a Roma, Napoli, Pompei, in Grecia e a Vienna. Espone spesso in Francia e in Romania all'Intim Club, più volte all'Ateneo Rumeno inaugurato da poco alle mostre organizzate dalla società ,,Ileana". Come protesta contro ,, l'arte ufficiale", per un'arte non sottomessa al potere, partecipa nel 1896 alla ,,Mostra degli artisti indipendenti". Nel 1899 è il primo artista a far parte dei membri dell'Academia Rumena. Per sfortuna muore nel luglio del 1907 a Campina, una città del sud-est della Romania, nel distratto di Prahova, dove si era trasferito nel 1890.

Arte-Imamgine

Lo sport nazionale rumeno è chiamato ,,Oina" e ci sonon testimonianze della sua presenza in Valacchia fin dal 1364. Si tratta di un gioco per molti versi simile al baseball o più ancora allo tsan, giocato in Val d'Aosta. Nel 1890 il ministro dell'Istruzione Spiru Haret decise che la ,,Oina" dovesse essere praticata in tutte le classi di educazione fisica. In seguito lo stesso organizzò anche la prima competizione ufficiale. Anche durante il periodo comunista lo sport continuò a essere fortemente praticato con svariate società sotto il controllo dello stato, affiliate all'esercito, alla polizia o alle grandi fabbriche.

Educazione fisica

Nel 2004 si è compiuta la più grande fase di allargamento della storia dell'UE, che ha visto l'adesione di Polonia, Ungheria, Slovenia, Repubblica Ceca, Slovacchia, Lettonia, Estonia, Lituania, Cipro e Malta. Nel 2007 sono entrati a far parte dell'UE altri due Stati: la Bulgaria e la Romania.

Educazione civica

Nonostante le diversità di caratteri, le differeneze nel DNA delle diverse popolazioni umane sono minime, pertanto è scientificamente scoretto parlare di ,,razze umane". Per razza si intende un gruppo di individuali della stessa specie derivante da una selezione controllata dall'uomo: si parla di ,,razze" nel caso di animali addomesticati e selezionati dall'uomo in base a caratteristiche genetiche perculari. Come sai, la variabilità genetica è una ricchezza e non un limite, poiché ci rende adatti ad affrontare i cambiamenti. Le differenze tra le popolazioni umane sono di tipo culturale: sono dovute a lingue, tradizioni, costumi diversi. Oggi perciò, non si usa il termine ,,razza umana", ma etnia o popolo.Alcuni ricercatori hanno tracciato i geni contenuti nei mitocondri, anziché quelli contenuti nel nucleo: DNA mitocondriale che si trasmette per via materna. Si potuto così confermare che i diversi gruppi etniciderivano da un unico eppo, presente in Africa circa 200.000 anni fa.

Scienze

Got an idea?

Use this space to add awesome interactivity. Include text, images, videos, tables, PDFs... even interactive questions!Premium tip: Get information on how your audience interacts with your creation:

  • Visit the Analytics settings;
  • Activate user tracking;
  • Let the communication flow!

Got an idea?

Use this space to add awesome interactivity. Include text, images, videos, tables, PDFs... even interactive questions!Premium tip: Get information on how your audience interacts with your creation:

  • Visit the Analytics settings;
  • Activate user tracking;
  • Let the communication flow!