Want to make creations as awesome as this one?

Individua le Cultivar presenti in Sicilia

More creations to inspire you

EUROPE PHYSICAL MAP

Horizontal infographics

TEN WAYS TO SAVE WATER

Horizontal infographics

GRETA THUNBERG

Horizontal infographics

FIRE FIGHTER

Horizontal infographics

STEVE JOBS

Horizontal infographics

ONE MINUTE ON THE INTERNET

Horizontal infographics

Transcript

Esercitazione Le Cultivar in Sicilia

Individua le Cultivar presenti in Sicilia

CERASUOLA

Il nome ‘Cerasuola‘ deriva dalla forma – che richiama quella di una ciliegia – e dalla colorazione rosso-violacea che il frutto assume alla piena invaiatura. La Cerasuola caratterizza i distretti olivicoli di confine tra la provincia di Palermo e quella di Trapani e si trova anche, con un’elevata incidenza, nel territorio comunale di Sciacca (AG).

OGLIAROLA MESSINESE

L’Ogliarola messinese è una delle varietà più rappresentate nell’olivicoltura siciliana. L’Ogliarola messinese si trova sia nei comprensori olivicoli prossimi al mare sia sui Monti Nebrodi e sui Peloritani, fino a circa 800 m sul livello del mare. L’albero, di medio vigore, ha portamento espanso, e i rami più giovani sono tendenzialmente penduli. I frutti hanno dimensioni medio-grandi, con elevato rapporto polpa/nocciolo.

NOCELLARA DEL BELICE

La varietà di oliva Nocellara del Belice contribuisce alla produzione di oli a DOP Valle del Belice e Valli trapanesi ed è anche oliva da tavola DOP: Il frutto, di grosse dimensioni, presenta un elevato rapporto polpa/nocciolo e si presta molto bene alla trasformazione in verde.

BIANCOLILLA

è una delle cultivar più antiche in uso in Sicilia occidentale, deve il suo nome alla varietà di colore, che passa da un colorito chiaro nello stato acerbo (verde pisello) a quello più vivace (rosso vinoso) della maturità. È molto apprezzata per la propria grande produttività e per la rimarchevole rusticità. fruttato leggero, lievemente piccante e molto aromatico in cui si avvertono le fragranze di mandorla, pomodoro e carciofo abbinate a dei gusti di erba fresca e oliva verde

NOCELLARA ETNEA

autoctona siciliana,nell'area compresa tra le province di EN, CT, ME, SR e RG. Abbastanza resistente alla mosca, è in grado di resistere bene alla carenza di acqua e attecchisce sia in pianura sia a quote abbastanza elevate fino a circa 1000 m. sul l.d.m. Le drupe di pezzatura grossa, l'epoca di maturazione e raccolta tardiva. Di forma ellittica ed un po' asimmetrica, questi frutti hanno apice appuntito e base arrotondata con umbone. In superficie, si notano delle lenticelle grandi ma non molto numerose. Il rapporto tra nocciolo e polpa è molto elevato e questo carattere rende tale cultivar una delle migliori per la produz. di olive da tavola verdi. Presenta un livello di acidità intorno allo 0,6%. L’olio risulta abbastanza piccante e un po' amaro

ZAITUNA

Si coltiva solo sulle colline che si affacciano sul golfo di SR,fino a circa400 m di altitudine (è detta anche siracusana), buona resa (17%),dal sapore fruttato medio, tendente all’intenso, con un contenuto in polifenoli > a 400 mg/kg.Al naso si sviluppa note di carciofoe di erba verde. Equilibrato, tra l’amaro e il piccante, che lascia il palato pulito e un retrogusto di mandorla amara. è ottimo anche su piatti delicati che non copre ma esalta

TONDA IBLEA

è una cultivar autoctona siciliana che cresce tipicamente nell'area orientale dell'isola,la zona di maggior diffusione nelleprov.Me,CT,SR Me,CT,SR Usata indifferentemente per il consumo da tavola e per la produzione e vendita di EVO, trova il suo habitat ideale nelle zone collinari fino ad un max di circa 600 metri slm, ed è quindi una cv molto resistente alle temperature fredde. Ciò, inoltre, rende piuttosto difficile che si verifichino attacchi di mosca e consente di non fare ricorso a fitofarmaci preservando così inalterata la qualità del prodotto

MORESCA

una cultivar d'olivo autoctona siciliana diffusa principalm.nelle zone centrali ed orientali dell'isola. Si ricava un olio molto equilibrato, dal colore giallo- verde, caratterizzato da un profumo fruttato medio o leggero. Il gusto ricorda i toni erbacei, con un leggero retrogusto di carciofo e leggermente piccante