Want to make creations as awesome as this one?

Un Viaggio nel Tempo tra Storia e Cultura

Transcript

La Sicilia greca

Home

Home

Home

Home

Home

Home

Home

Home

Home

Home

Home

Home

Home

Home

Home

L'Area Archeologica di Morgantina è un sito archeologico di grande fascino situato a pochi chilometri dalla città di Aidone, in Sicilia. La città antica, che si trovava su una collina a circa 500 metri di altitudine, fu fondata nel VI secolo a.C. dai Siculi e prosperò per diversi secoli come centro commerciale e culturale.Tra i monumenti più importanti del sito si trovano:

L'Area Archeologica di Morgantina

  • L'agorà: La piazza principale della città
  • Il teatro: Un teatro greco con una capienza di circa 10.000 spettatori
  • Il santuario di Demetra: Un santuario dedicato alla dea dell'agricoltura.
  • La casa romana: Una ricca villa romana con mosaici e affreschi di grande pregio.

  • Il tempio era uno dei più grandi e importanti templi di Sicilia.
  • Il tempio era dedicato ad Afrodite, la dea greca dell'amore e della bellezza.
  • Il tempio fu distrutto da un terremoto nel III secolo a.C.
  • I resti del tempio sono ancora visibili e sono un importante sito archeologico.

Quando si parla di Palazzolo Acreide, non si può non pensare al fascino della sua area archeologica. Grande testimonianza dell’attività dei greci in Sicilia, questo sito è caratterizzato dai resti di alcuni importanti edifici e monumenti. Uno di essi è il tempio di Afrodite.

Tempio della dea Afrodite

I resti del tempio di Afrodite a Palazzolo Acreide si trovano sul piano immediatamente superiore alla latomia dell’Intagliata. Il tempio, chiamato Aphrodision in greco, del VI secolo a.C., aveva un estensione totale di m 18.30 x m 39.50.

Il Sito Archeologico di Milazzo, situato nell'estremità nord-orientale della Sicilia, custodisce i resti di un glorioso passato che abbraccia diverse epoche storiche. Fondata nel VII secolo a.C. dai coloni greci, Milazzo divenne un fiorente centro commerciale e culturale, crocevia di popoli e culture del Mediterraneo.L'Area Archeologica, comprende i resti dell'antica città greca e romana, tra cui un teatro, un odeon, terme, ville e necropoli.

Il Sito Archeologico di Milazzo

fu un'antica città greca della Sicilia sud occidentale, fondata, secondo Erodoto, dai Selinuntini che la chiamarono originariamente Minoa. Le sue rovine si trovano nell'area archeologica di Cattolica Eraclea della provincia di Agrigento.

Heraclea Minoa

Gli scavi archeologici hanno riportato alla luce diverse parti della città, tra cui:

  • resti di templi dorici
  • un teatro
  • quartieri abitativi
  • necropoli

Alcune curiosità su Megara Iblea:

  • La città era conosciuta per la sua abilità nella produzione di ceramiche.
  • Megara Iblea fu la patria di diversi filosofi e matematici, tra cui Euclide.
  • La città era un importante centro religioso, con numerosi templi dedicati a diverse divinità greche.

Megara Iblea fu un'importante colonia greca situata sulla costa orientale della Sicilia, nei pressi di Augusta. Fondata nel 728 a.C. da coloni provenienti da Megara Nisea, in Grecia, la città prosperò per secoli come centro di commercio e cultura. Oggi, Megara Iblea è un sito archeologico affascinante che offre ai visitatori la possibilità di immergersi nella storia e nella cultura della Sicilia greca.

Megara Hyblaea

Oltre ai templi, il parco archeologico di Selinunte comprende anche:

L'area archeologica di Selinunte si trova sulla costa sud-occidentale della Sicilia, in provincia di Trapani. È il parco archeologico più grande d'Europa, con un'estensione di circa 270 ettari.Il parco comprende i resti di un'antica città greca fondata nel VII secolo a.C. dai coloni di Megara Hyblaea. Fu distrutta dai Cartaginesi nel 409 a.C. I templi di Selinunte sono tra i più grandi e imponenti del mondo greco. Il Tempio G, dedicato a Zeus, è il più grande tempio di Selinunte e uno dei più grandi del mondo greco. È lungo oltre 100 metri e largo 54 metri.

L'area archeologica di Selinunte

  • L'acropoli, la parte alta della città.
  • L'agorà, la piazza principale della città.
  • Le mura di cinta, che difendevano la città dagli attacchi nemici.
  • Le abitazioni, che ci permettono di conoscere la vita quotidiana degli antichi Selinuntini.

La Valle dei templi oospita i resti di sette templi dorici:Il Tempio di ConcordiaIl Tempio di Giove OlimpioIl Tempio di Giunone Il Tempio di ErcoleIl Tempio dei Dioscuri Il Tempio di Vulcano Il Tempio di Efesto

La Valle dei Templi è un parco archeologico della Sicilia caratterizzato dall'eccezionale stato di conservazione e da una serie di importanti templi dorici del periodo ellenico. Corrisponde all'antica Akragas, monumentale nucleo originario della città di Agrigento. Dal 1997 l'intera zona è stata inserita nella lista dei patrimoni dell'umanità redatta dall'UNESCO. È considerata un'ambita meta turistica, oltre ad essere il simbolo della città e uno dei principali di tutta l'isola.

La Valle dei Templi

L'Acropoli di Gela è un sito archeologico situato sulla costa meridionale della Sicilia, in Italia. Fu fondata nel VII secolo a.C. dai coloni greci di Gela e fu una delle città più importanti della Sicilia greca. L'acropoli sorge su un'altura che domina la città moderna di Gela con vista sul Mar Mediterraneo.

L'Acropoli di Gela

  • Il Tempio di Apollo, un tempio dorico del VI secolo a.C.
  • Il Tempio di Atena, un tempio dorico del V secolo a.C.
  • Il Santuario di Demetra, un santuario dedicato alla dea Demetra
  • L'Agorà, la piazza principale della città
  • Il Teatro, un teatro greco del V secolo a.C.

Il sito archeologico dell'Acropoli di Gela comprende:

Altri monumenti importanti del parco includono:

  • L'Anfiteatro Romano, utilizzato per gladiatori e spettacoli con animali.
  • La Latomia del Paradiso, una cava di pietra calcarea utilizzata per l'estrazione di materiale da costruzione.
  • L'Indirizzo, una necropoli greca e romana dove si trovano numerose tombe scavate nella roccia.

Il Parco Archeologico della Neapolis è un'area archeologica di Siracusa, che comprende i resti di alcuni dei monumenti più importanti dell'antica Grecia e Roma. Il parco si trova sulla Neapolis, una collina che si affaccia sul mare e che in epoca antica era la parte settentrionale della città.Il monumento più famoso del parco è il Teatro Greco, un imponente teatro in pietra costruito nel V secolo a.C. Il teatro poteva ospitare fino a 15.000 spettatori ed era utilizzato per rappresentazioni teatrali e musicali.

Il Parco archeologico della Neapolis

  • L'agorà: La piazza principale della città, dove si svolgevano le attività commerciali, politiche e sociali.
  • Il tempio di Demetra: Un tempio dedicato alla dea Demetra, protettrice dell'agricoltura.
  • Le mura di cinta: Le mura che circondavano la città e la proteggevano dagli attacchi.
  • Le necropoli: Le aree cimiteriali dove venivano sepolti i defunti.

Il Parco Archeologico di Naxos si trova in Sicilia, sulla costa orientale dell'isola, a circa 15 chilometri da Taormina. Si tratta di un'area archeologica di grande fascino che conserva i resti dell'antica città di Naxos, fondata nel 734 a.C. dai coloni greci provenienti da Calcide.Tra i resti archeologici più importanti si trovano:

Il Parco Archeologico di Naxos

Alcune curiosità su Leontinoi:

  • La città era conosciuta per la sua abilità nella produzione di ceramica.
  • Leontinoi fu un importante centro religioso, con numerosi templi dedicati a diverse divinità greche.
  • La città fu conquistata dai Romani nel 214 a.C. durante la seconda guerra punica.

Il Parco Archeologico di Leontinoi si trova tra i comuni di Lentini e Carlentini, in provincia di Siracusa. Si tratta di un'area archeologica di grande fascino che conserva i resti di un'antica città greca fondata nel VIII secolo a.C. dai Calcidesi. Leontinoi fu un'importante città della Sicilia antica, nota per la sua potenza militare e per il suo ruolo nelle vicende politiche della regione. La città fu conquistata dai Siracusani nel IV secolo a.C. e in seguito dai Romani, che la distrussero definitivamente nel 214 a.C.

Parco Archeologico di Leontinoi

L'area archeologica di Himera conserva i resti dell'antica città greca, tra cui:

  • L'agorà
  • Il tempio della Vittoria
  • Le terme
  • Le mura di cinta
  • Le necropoli

L'area archeologica di Himera si trova in Sicilia, tra i fiumi Imera Settentrionale e Imera Meridionale, a circa 35 chilometri da Palermo. Fu fondata nel 648 a.C. da coloni greci provenienti da Zankle (Messina) e da un gruppo di fuoriusciti siracusani. La città ebbe una grande importanza strategica e commerciale, grazie alla sua posizione favorevole sulla costa settentrionale della Sicilia.

L'area archeologica di Himera

Il Parco Archeologico di Tindari è un sito archeologico situato a Tindari, in provincia di Messina. Si trova sulla cima di un promontorio che domina il Mar Tirreno, offrendo una vista mozzafiato sulla costa.I resti archeologici di Tindari sono di grande interesse storico e culturale. Tra i principali monumenti si trovano:

Parco Archeologico di Tindari

  • Il teatro
  • L'odeon: Un piccolo teatro coperto
  • Le terme
  • Le basiliche
  • Le mura di cinta

  • Le aree archeologiche principali sono:
  • Anfiteatro Romano di Catania
  • Teatro Romano di Catania e Odeon
  • Terme della Rotonda
  • Terme dell'Indirizzo
  • Area archeologica di Santa Venera al Pozzo
  • Basilica di Monte Po
  • Mura di Catania
  • Necropoli di Catania

l Parco Archeologico di Catania e della Valle dell'Aci comprende diverse aree archeologiche di grande interesse storico e culturale, ubicate sia nel territorio di Catania che in quello di Enna.

Il Parco Archeologico di Catania e della Valle dell'Aci