Want to make creations as awesome as this one?

Transcript

Agenda 2030

Che cos'è? Dov'è nata? Quand'è nata? L’Agenda 2030 è stata scritta dalle Nazioni Unite come una guida strategica per affrontare alcuni dei problemi più urgenti e pressanti che il nostro pianeta e la sua popolazione devono affrontare. questa importante iniziativa stabilisce 17 obiettivi di sviluppo sostenibile che coprono un’ampia gamma di questioni, tra cui la povertà, la fame, l’istruzione, la salute, la parità di genere, il cambiamento climatico e molto altro ancora. L’Agenda 2030 rappresenta una solida base per la cooperazione internazionale e mira a coinvolgere tutti gli attori delle diverse società per realizzare un futuro più sostenibile. Attraverso un’impegno collettivo e una stretta collaborazione tra governi. Nata il 25 settembre 2015.

Obbiettivo 3

L'obiettivo 3 dell'Agenda 2030 è quello di garantire una vita sana e promuovere il benessere di tutti a tutte le età12. Per raggiungere questo obiettivo, l'Agenda 2030 ha definito i seguenti obiettivi specifici: 1) Ridurre il tasso di mortalità materna globale a meno di 70 per ogni 100.000 bambini nati vivi entro il 2030.2) Porre fine alle morti prevenibili di neonati e bambini sotto i 5 anni di età entro il 2030. 3) Porre fine alle epidemie di AIDS, tubercolosi, malaria e malattie tropicali trascurate entro il 2030.

I millenium

Gli obiettivi di sviluppo del millennio (OSM) (Millennium Development Goals o MDG, o più semplicemente "Obiettivi del Millennio") delle Nazioni Unite sono otto obiettivi che tutti i 193 stati membri dell'ONU si sono impegnati a raggiungere per l'anno 2015. La Dichiarazione del Millennio delle Nazioni Unite, firmata nel settembre del 2000, impegna gli stati a:1)Sradicare la povertà estrema e la fame nel mondo.2)Rendere universale l'istruzione primaria.3)Promuovere la parità dei sessi e l'autonomia delle donne.4)Ridurre la mortalità infantile.5)Migliorare la salute materna.6)Combattere l'HIV/AIDS, la malaria e altre malattie.7)Garantire la sostenibilità ambientale.8)Sviluppare un partenariato mondiale per lo sviluppo.

ASviV

Le "5p"

In particolare, la Strategia è strutturata in 5 aree - Persone, Pianeta, Prosperità, Pace, Partnership, suddivise in 15 Scelte Strategiche Nazionali (SSN), a loro volta declinate in 55 Obiettivi Strategici Nazionali (OSN), per i quali vengono identificati valori obiettivo, ed è complementare all’Agenda 2030. Ogni Scelta Strategica Nazionale è accompagnata da uno o più indicatori di riferimento. L’insieme degli indicatori associati alle SSN, nel numero di 55 indicatori, costituisce un primo livello sintetico. Un secondo livello di 190 indicatori è associato agli Obiettivi strategici nazionali.

Le cop

La sigla Cop è l’acronimo di “ Conference of the Parties ” (Conferenza delle Parti) e si riferisce a una serie di conferenze internazionali in cui i rappresentanti dei Paesi di tutto il mondo si riuniscono per discutere e negoziare gli sforzi globali per affrontare le sfide legate ai cambiamenti climatici.

ONU

Alla fine della Seconda Guerra Mondiale le grandi potenze avevano in programma di creare un organismo internazionale per mantenere la pace basata sul principio della sovrana uguaglianza degli Stati membri. A San Francisco, nel giugno 1945, 50 nazioni sottoscrissero la Carta dell’ONU – chiamata anche Statuto delle Nazioni Unite – che entrò ufficialmente in vigore il 24 ottobre 1945, al momento della ratifica da parte dei cinque Stati membri fondatori, ovvero Stati Uniti, Gran Bretagna, Russia, Francia e Cina e della maggioranza degli altri Stati firmatari.

Ecco l'enorme palazzo dell' Onu a New York. (Visto da dentro e da fuori)

fatto da DOMENICO VALVANO 3A

Grazie per l'attenzione