Want to make creations as awesome as this one?

Transcript

Gruppo 11- Casella Michele, Catanuto Martina, Cucuzza Debora, D'Angelo Alessandro

Osservazione iniziale: approccio ad una situazione problema, della classe e/o del singolo, nelle dinamiche relazionali e comportamentali, dei puni di forza e debolezza.

Interventi psico-educativi e didattici con disturbi relazionali

Studio di un caso focalizzando il contesto e le sue dinamiche: descrizione dell'osservazione.

descrizione caso

Alberto è un ragazzino di 12 anni autistico a basso funzionamento che presenta un ritardo lieve nella sfera cognitiva e relazionale. (ICF F84.0)

Molti dei suoi comportamenti possono rientrare nel repertorio comportamentale osservato nei disturbi dello spettro autistico:

ad esempio durante le attività tende a isolarsi, a eseguire movimenti ripetitivi, mettendo in atto diverse stereotipie. Non rispetta il turno, fatica a seguire un’ attività per troppi minuti, ha difficoltà nell’ attenzione condivisa e nella coordinazione oculo-manuale.

Nella sfera motoria, Alberto cammina autonomamente e ha una buona abilità grosso-motoria. Mentre nella motricità fine presenta una discreta difficoltà.

descrizione del caso

Inoltre manca di autostima, non apprezza il suo aspetto fisico e teme il giudizio dei compagni. Alberto mostra di apprezzare quando i compagni lo cercano, anche se l’ iniziativa nella relazione con i pari non parte quasi mai da lui.

La sua lieve difficoltà verbale contribuisce a complicare la relazione con gli altri e a volte, può portare all’ espressione di disagio attraverso comportamenti problema. Ad esempio di fronte a certe richieste o regole, Alberto può manifestare comportamenti oppositivi.

descrizione del caso

contesto classe

Durante l’osservazione si è notato come il comportamento di Alberto muti in base all’attività proposta e alle materie in cui lui si sente a suo agio.

OSSERVAZIONE: PUNTI DI FORZA E DEBOLEZZA

Punti di forza

Punti di debolezza

obiettivi generali

Creare un ambiente scolastico accogliente, rispettoso e inclusivo in cui ogni studente si senta parte integrante della contesto classe.

Creare occasioni di interazione sociale positive in classe, riducendo il rischio di discriminazione..

Migliorare la propria autostima.

Rispettare le regole.

Partecipare attivamente alle attività di gruppo.

Favorire lo sviluppo delle abilità sociali e emotive.

obiettivi specifici

Riuscire a prendere l’ iniziativa nella relazione con i pari.

Gestire le proprie emozioni e reazioni nelle situazioni di stress.

Saper rispettare il proprio turno.

Riconoscere i propri punti di forza e debolezza.

Partecipare alle attività motorie proposte senza la necessità di ottenere premi o rinforzi positivi..

Coinvolgere tutti i membri del team durante le attività di gruppo.

Lungo termine

Breve termine

risultati attesi