Want to make creations as awesome as this one?

Transcript

L' IMBALSAMAZIONE E LA SEPOLTURA EGIZIA

Davide Collizzolli1^SM

BREVE INTRODUZIONE SULLA STORIA EGIZIA

Nell’ultimo tratto del Nilo, il fiume più lungo della Terra, si sviluppò la civiltà dell’antico Egitto, per la quale il fiume costituiva una fonte d’acqua e la principale via di comunicazione. Furono gli stessi Egizi ad ideare alcune tecniche di sfruttamento delle acque.L’ arte egizia era strettamente legata alla religione, perciò aveva una funzione soprattutto rituale: sculture e pitture vennero create non tanto per le case dei vivi, quanto per i templi e le tombe. Di conseguenza, gli artisti erano vincolati al rispetto di precise norme.

Avanti

L' IMBALSAMAZIONE E LA SEPOLTURA

Avanti

L' imbalsamazione è una tecnica per conservare i corpi dei defunti inventata ed utilizzata dagli Egizi già nel 3000 a. C. Questo procedimento includeva i seguenti passaggi:

  1. Il cadavere veniva rasato e lavato.
  2. Si estraevano il cervello e le viscere, inserendole nei vasi kanopi.
  3. Il corpo veniva cosparso di balsami e unguenti.
  4. Infine veniva ricoperto di bende

I principali luoghi di sepoltura egizi furono la"Valle dei re", il complesso di Giza e le molte mastabe rinvenute nelle vicinanze di esso.

APPROFONDIMENTO: il mito di Iside e Osiride

Iside e Osiride erano due fratelli e sposi,;un giorno Osiride fu ucciso e fatto a pezzi da suo fratello Seth perchè era invidioso di lui. Iside, quando trovò il cadavere di Osiride, mise assieme tutti i pezzi e lo ricompose per poterlo conservare, lo imbalsamaò ed infine gli donò il soffio vitale. Osiride tornò in vita e visse per sempre assieme ad Iside.

Questa leggenda è così importante perchè è l' unico manoscritto egizio in cui viene esplicitamente nominata l' imbalsamazione.

Avanti

LA VITA DOPO LA MORTE

Secondo la percezione egizia, dopo la morte esisteva una seconda vita ultraterrena; per questo il defunto veniva preparato ed imbalsamato per permettergli di giungere nell'Aldilà nelle migliori condizioni. Gli egizi credevano nel KA, soffio vitale che si possedeva dalla nascita, accompagnasse il defunto anche dopo la morte. La tomba veniva riempita oltre che con tutte le sue ricchezze anche con cibo tipo pane, birra e grano; inoltre sono stati ritrovati anche vestiti, armi e oggetti personali che sarebbero serviti al defunto dopo la morte.

Avanti

LE TOMBE EGIZIE

Il più antico tipo di tomba egizia era la mastaba, una struttura superficiale con profondi pozzi che portavano alle camere funerarie; era impastata con la paglia.

Il passo successivo fu la realizzazione di piramidi a gradoni (zoser),che altro non erano che più mastabe sovrapposte. Nascono infine le piramidi rivestite con lastre di pietra, che sono le più recenti tombe arrivateci dagli Egizi: le più importanti sono Cheope, Cheffren e Micerino. A noi sono pervenuti soprattutto edifici sacri, templi e tombe, essendo costruiti in pietra; d’altra parte, le abitazioni e i palazzi erano costruiti in mattoni di argilla.

Avanti

GLI DEI EGIZI

Avanti

Gli dei egizi avevano sembianze umane e spesso avevano la testa di animale; ogni dio era legato ad un argomento naturale e proteggeva le persone che erano legate ad esso. Al vertice vi era RA, il dio del Sole, considerato come il più importante, sotto di lui vi erano tutti gli altri tra cui Anubi, dio dell' imbalsamazione e della morte, protettore delle necropoli e dell' Aldilà. Gli Egizi avevano un rapporto particolare con gli dei, infatti li adoravano come se la loro vita dipendesse da essi; anche lo stesso faraone era considerato un dio sceso sulla Terra.