Want to make creations as awesome as this one?

Giorgia

Transcript

Il corpo è muscoloso e anatomicamente dettagliato. Data la posa in cui è seduto il satiro a gambe divaricate e con il corpo completamente nudo, la statua è ritenuta un grande esempio di arte erotica.

La statua è stata scolpita tra il III e il I secolo a.C. da un autore sconosciuto. Quella che possiamo ammirare oggi è probabilmente una copia romana di ottima fattura, anche se molti sostengono si tratti di un originale greco. Rappresenta un fauno addormentato sopra una roccia, probabilmente a seguito di una sbornia, in una posa asimmetrica e volutamente sgraziata, con il braccio destro piegato dietro la testa per sostenerla.

È stata ritrovata nel 1620 nel fossato sotto il Castel Sant'Angelo a Roma, in prossimità del Mausoleo di Adriano, pesantemente danneggiata (mancavano la gamba destra, parti di entrambe le mani e parti della testa). Lo storico Procopio ha rilevato che durante l'assedio di Roma nel 537 i difensori avevano gettato sui Goti le statue che adornavano il Mausoleo di Adriano e Winckelmann ipotizzò che il Fauno potesse essere stato tra queste opere gettate a mo' di "proiettile". La statua è stata nel tempo oggetto di vari restauri.