Want to make creations as awesome as this one?

Transcript

LA PENTECOSTE

"La Pentecoste" è un affresco di Giotto di Bondone, databile al 1303-1305 c. facente parte del ciclo della Cappella degli Scrovegni, a Padova.

RIFERIMENTO BIBLICO RIFERITO ALL'AFFRESCO : Dagli Atti Degli Apostoli 2, 1-16 Link: 2,1-16

DOVE SI TROVA L'AFFRESCO? L'affresco si trova presso la cappella degli Scrovegni a Padova . La cappella degli Scrovegni è una chiesa di Padova, in precedenza cappella privata, divenuta parte dei Musei civici di Padova. Ospita diversi affreschi di Giotto considerati capolavori dell'arte occidentale. Dal 2021 fa parte dei patrimoni dell'umanità UNESCO. Link:

CHI E' L'AUTORE DELL'OPERA ? L'autore dell'affresco è Giotto di Bondone. Giotto di Bondone conosciuto semplicemente come Giotto (Colle di Vespignano vicchio ,1267- Firenze,8 gennaio 1337) è stato un pittore ed architetto italiano.

COS'E' LA PENTECOSTE ? La parola Pentecoste, deriva dal greco antico , significa "cinquantesimo". La Pentecoste è una festa cristiana, che celebra l'effusione dello Spirito Santo, dono di Gesù e la nascita della Chiesa; Cade alla fine della settima settimana pasquale (dopo 50 giorni dalla Pasqua),è una festa mobile e cade di domenica ; Inizialmente la Pentecoste era una festa ebraica collegata alla mietitura del grano si ringraziava Dio per i doni della terra. Nel Cristianesimo indica la discesa dello Spirito Santo su Maria e gli apostoli riuniti nel Cenacolo di Gerusalemme, questo dono del Risorto e la nascita della Chiesa rendono la Pentecoste una delle feste più solenni insieme alla Pasqua LINK

DESCRIZIONE ARTISTICA : Giotto di Bondone per la seconda volta si cimenta nella creazione della Pentecoste , già realizzata in precedenza nella Basilica Superiore di San Francesco D'Assisi. Questa scena chiude le Storie della Passione di Gesù , collocate nel registro centrale inferiore , dalla parete a sinistra dell'ingresso. Stando sempre fedele ai racconti biblici, Giotto "molto probabilmente con aiuti" dipinge una loggia sotto la quale sono seduti Gesù e gli undici Apostoli (ne manca uno :Giuda ,nel frattempo morto! Si unisce al gruppo Mattia con la veste gialla il colore giallo è molto usato da Giotto per rappresentare una novità); Gesù è l'uomo il cui volto è coperto dalla colonna e di cui si vedono solo le inconfondibili ciocche di capelli cadenti sulle spalle. In linea alla tradizione iconografica più antica , non viene raffigurata la Madonna che, invece ,nei racconti biblici è presente assieme ad altre donne nel momento in cui soffiò lo Spirito ai seguaci di Cristo. Molto interessante la soluzione trovata per rappresentare le lingue di fuoco che discendono su ciascuno dei presenti. Giotto le rappresenta proprio come raggi di luce rossa come il fuoco che irradia dall'alto Dio Padre. Link:

DESCRIZIONE ARTISTICA : Gli Apostoli sono riconoscibili come al solito dal colore delle vesti, la loggia è traforata da archi a sesto acuto trilobati (simbolo della Trinità che agisce all'interno del Cenacolo),lo Spirito Santo rappresentato dai raggi infuocati , come sottili lingue di fuoco e brilla sulle aureole .Ci sono Apostoli rivolti di spalle altri con il volto nascosto da colonne e Pietro è rivolto verso lo Spirito Santo per sentirsi come coinvolto nel far parte della Chiesa.

Gli Apostoli sono riconoscibili come al solito dai colori delle vesti !

La loggia è traforata da archi a sesto acuto trilobati (simbolo della Trinità che agisce all'interno del Cenacolo)

Lo Spirito Santo rappresentato da raggi infuocati ,come sottili lingue di fuoco e brilla sulle aureole.

C'è un Apostolo completamente di spalle!

C'è un Apostolo con il volto nascosto da una colonna !

Pietro è l'unico personaggio a rivolgere lo sguardo all'osservatore , come a volerlo chiamare direttamente in causa. Link:

PARLIAMO DI STRUTTURA : La ricerca della "prospettiva" ,in quest' ultimo riquadro segnala un ulteriore acquisizione; Le figure poste di spalle in primo piano, assumono un volumetria molto ampia e forte . Le vesti degli Apostoli seduti sulla panca della parete di fondo sono , densamente ombreggiate per dimostrare le differenti tonalità di colore , in rapporto alla diversa quantità di luce assorbita. Link:

QUALI SONO I DONI DELLO SPIRITO SANTO ? I doni dello Spirito Santo sono : sapienza, intelletto, consiglio , fortezza , scienza , pietà e timore di Dio. Link:

COSA FANNO GENERALMENTE GLI APOSTOLI PRIMA DI PENTECOSTE? Gli Apostoli, anziché partire per annunciare il Vangelo, si chiudono in casa a pregare, e, discutere fra loro per capire cosa fare (At 1, 12-14)

COSA DECIDONO DI FARE GLI APOSTOLI PER RIMANERE SEMPRE IN DODICI? (come aveva detto Gesù) Gli Apostoli per rimanere sempre in dodici ricostruiscono il gruppo dei Dodici aggiungendovi un discepolo di nome Mattia (At 1, 15-26)

GLI EFFETTI E LE CONSEGUENZE DELLA DISCESA DELLO SPIRITO SANTO Tutti sono rimasti disorientati a causa della discesa dello Spirito Santo, ma comunque si sono riusciti a capire anche se parlavano lingue differenti

DESCRIZIONE SOGGETTIVA A noi, del quadro "La Pentecoste" ha stupito molto l'uso della prospettiva, ma soprattutto i colori utilizzati, tenui leggeri e in contrasto tra loro. Non solo anche il modo in cui Giotto ha voluto raffigurare i Discepoli, tutti in prospettive diverse

" La Pentecoste in messaggio umanistico-esistenziale ci insegna che tutti noi dobbiamo saper vivere bene con gli altri nonostante le lingue diverse ci si continua a capire e anche grazie ai doni dello Spirito Santo, ricevuti tramite le lingue di fuoco".