Want to make creations as awesome as this one?

Transcript

L' INFARTO miocardico

guida alla prevenzione e alla consapevolezza

INDICE

L' INFARTO
DEFINIZIONE
CAUSE (1°)
CAUSE (2°)
SINTOMI
FATTORI DI RISCHIO
SPORT
DIETA FARMACI E PREVENZIONE
DOMANDA (1°)
DOMANDA (2°)

L' INFARTO

Nel linguaggio comune, il termine infarto si riferisce alla necrosi (quindi alla morte) del tessuto muscolare cardiaco; per questo motivo è più corretto parlare di infarto miocardico. • Infarto miocardico trasmurale: la necrosi ischemica interessa l'intero spessore della parete ventricolare; • Infarto subendocardico: la necrosi ischemica interessa gli strati più interni della parete ventricolare

CAUSE: Trombosi e Aterosclerosi

ATEROSCLEROSI

L'infarto avviene a causa dell'occlusione di una o più arterie coronarie, che forniscono ossigeno e nutrienti al cuore. Senza un adeguato apporto di sangue, il muscolo cardiaco inizia a soffrire di ischemia, cioè di una mancanza di ossigeno, che può portare alla morte delle cellule cardiache.

SPASMO CRONARICO

violento spasmo (contrazione) di un'arteria coronarica, che interrompe il flusso di sangue ad una parte del cuore.

EMBOLIA

un frammento staccatosi da una placca aterosclerotica - spinto dal flusso ematico - finisca con l'occludere un ramo coronarico

CAUSE: Embolia ESpasmo Coronarico

Pressione, fastidio o dolore oppressivo al centro del petto, che dura per diversi minuti e non regredisce con il riposo o la somministrazione di derivati nitrati, il dolore può anche estendersi allo stomaco, alla parte centrale della schiena, alla spalla, ad un braccio, al collo, alla mascella o ai denti;

• Vertigini e svenimenti;

SINTOMI DELL'INFARTO

• Difficoltà a respirare, fiato corto;

• Aumento degli episodi di dolore toracico nei giorni o nelle settimane precedenti;

• Nausea e vomito;

• Sudorazione fredda e cute umida;

+ info

• Agitazione, ansia, pallore, ricerca di una posizione capace di calmare il dolore;

• Numero di decessi per infarto in italia (2007-2017)

• Percentuale dei decessi per infarto in Italia

+ info

FATTORI DI RISCHIO

Lo sapevi?

Numerosi sono gli elementi in grado di favorire lo sviluppo di placche aterosclerotiche, causa principale di infarto.Le probabilità sono maggiori nei soggetti che:• fumano; • hanno la pressione alta; • presentano valori ematici anomali (colesterolo elevato)• sono in sovrappeso o obesi • svolgono un lavoro sedentario o non fanno attività fisica• fanno un largo uso di alcol e/o di determinate droghe• hanno famigliari che sono stati colpiti da infarto • hanno più di 40 anni se uomini e 55 se donne;• sono fortemente stressati

Molti casi di infarto si verificano in concomitanza di sforzi fisici o psichici violenti, con grandi variazioni della pressione arteriosa.Per questo motivo le attività di potenza (come il sollevamento pesi) risultano sulla carta più pericolose rispetto a quelle di resistenza svolte ad intensità medio bassa (corsa, nuoto, ciclismo, sci di fondo ecc.)

Sport e Infarto

B E N E F I C I

P R E V E N Z I O N E

DIETA E ALIMENTAZIONE

Una dieta corretta diminuisce il rischio di subire un nuovo attacco cardiaco e aiuta a controllare la pressione arteriosa e il peso corporeo.

FARMACI

Classi di farmaci maggiormente impiegate nella terapia contro l'infarto miocardio, ed alcuni esempi di specialità farmacologiche

PREVENZIONE

È importante saperne cogliere i sintomi ed allertare prontamente i soccorsi sanitari nel caso questi si manifestino

+ info

+ info

+ info

DOMANDA INTERATTIVA

DOMANDA INTERATTIVA

GRAZIE PER L'ATTENZIONE

SOLUZIONI PER Trombosi e Aterosclerosi

Il grado e la durata dell'ostruzione determinano gravità e conseguenze dell'infarto miocardico. Per questo motivo è importante saperne cogliere i sintomi ed allertare prontamente i soccorsi sanitari nel caso si manifestinoIl coagulo di sangue, oltre che per fenomeni spontanei di fibrinolisi, può essere infatti sciolto anche da specifici farmaci trombolitici, che per ovvie ragioni vanno somministrati il più precocemente possibile.

ISCHEMIA CARDIACA TRANSITORIA

SINTOMI - SEGNALI

I segnali dell'infarto cardiaco possono comparire all'improvviso o in maniera blanda e sfumata.Alcune volte (specie nei diabetici, negli anziani e nei soggetti che hanno subìto un trapianto di cuore) - l'infarto può presentarsi in modo asintomatico (25% dei casi);in altre situazioni può insorgere in maniera brusca determinando la morte improvvisa. Allo stesso modo l'infarto miocardico può colpire persone perfettamente sane, in cui l'ischemia cardiaca transitoria provoca dolori toracici costrittivi aggravati dagli sforzi fisici e alleviati dal riposo

INFARTO

L'aterosclerosi L'aterosclerosi è una condizione morbosa progressiva, caratterizzata dalla lenta formazione di placche (ateromi) nelle arterie. Tali placche, costituite principalmente da lipidi e globuli bianchi, possono rompersi dando origine ad un coagulo, che aumenta improvvisamente il volume dell'ateroma e limita l'apporto sanguigno.

TrombosiTrombosi di un grosso ramo coronarico. Le coronarie sono vasi che portano il sangue al miocardio e che dalla loro integrità dipende il corretto afflusso di ossigeno e nutrienti al cuore.

P L A C C A A T E R O S C L E R O T I C A

A R T E R I A R I S T R E T T A D A L L A P L A C C A

C R O N A R I E O S T R U I T E

Come riconoscere i Sintomi e Cosa Fare

Cosa fare?Nel caso si presentino i sintomi tipici dell'infarto, ed in particolare un senso di oppressione toracica che duri più di 5 minuti, è fondamentale allertare al più presto i soccorsi sanitari. Il trattamento precoce è essenziale per aumentare le chance di sopravvivenza; perdere tempo può costare la vita o comunque aggravare il danno subito.

• Angina pectoris: sindrome caratterizzata da dolore in regione retrosternale talvolta irradiato al lato ulnare del braccio sinistro e alle spalle.

FARMACI

Acido acetilsalicilico: riducendo la coagulazione ematica, contribuisce a mantenere fluido il sangue in un'arteria ristretta. (aspirina)

Betabloccanti in grado di ridurre il rischio di ricadute

ACE-inibitori: per la prevenzione di ricadute anche nei pazienti in cui la funzione ventricolare sinistra risulta compromessa

Nitrati: indicata soprattutto nei pazienti con angina pectoris.

Ricchezza di nutrienti e fattori nutrizionali benefici → fibre

• In caso di normopeso: dieta normocalorica per mantenere il peso

Principi Fondamentali

Pasti numerosi, piccoli e frequenti, per una corretta ripartizione dell'energia

• In caso di sovrappeso: dieta ipocalorica per favorire il dimagrimento

Basso contenuto di sodio

Carenza di nutrienti nocivi, non devono essere troppo calorici

2.2

2.1