Want to make creations as awesome as this one?

Transcript

by

PRSENTATION

Pegi e Giochi D'azzardo

(Pan European Game Information) introdotta nel 2003 e promossa dall’ISFE (Interactive Software Federation of Europe).

Inizialmente, i più piccoli usano i supporti digitali per giocare e per scattare foto; chat, telefonate e SMS sono step successivi. C’è da sottolineare che l’acquisto di smartphone da affidare ai minori è spesso un’esigenza di controllo da parte di genitori troppo apprensivi.

• videogioco per tutti (3+); • videogioco idoneo a maggiori di 7 anni (7+); • videogioco idoneo a maggiori di 12 anni (12+); • videogioco idoneo a maggiori di 16 anni (16+); • videogioco idoneo a maggiori di 18 anni (18+).

ETÀ PEGI

GIOCO D'AZZARDO

Col potenziamento e la diffusione di Internet, il gioco d’azzardo (scommesse, poker online, slot machine, ecc.) non è più appannaggio esclusivo del target adulto. L’età di gradimento si è abbassata per vari motivi, per esempio la possibilità di usare il proprio credito telefonico, oppure testimonial d’eccezione(calciatori e cantanti amati dai ragazzi) che ne promuovono il lato ludico.

Parlarne ai propri cari non è facile, per questo il confronto in classe diventa indispensabile a inquadrare la problematica nella giusta prospettiva .Gli insegnanti devono fare attenzione soprattutto se gli studenti ammettono di giocare, ma ritengono di avere la situazione sotto controllo: come gli adulti, anche i giocatori più giovani costruiscono nella propria mente una trama di giustificazioni e interpretazioni per autoconvincersi che stanno agendo in modo razionale.

Come affrontare l'argomento in classe

• PREPARATE, MAGARI IN GRUPPO, DEGLI ARTICOLI CHE PARLINO DEI PROBLEMI CAUSATI DAL GIOCO D’AZZARDO• FATE COMPILARE UN MINI QUESTIONARIO AI VOSTRI COMPAGNI DA USARE PER STIMOLARE LA DISCUSSIONE. • CHIEDETE LORO QUANTO E QUANDOGIOCANO, SE SCOMMETTONO DEL DENARO, SE GIOCANO SEMPRE DI PIÙ, SE IL GIOCO LI RILASSA, LI DECONCENTRA, LI INNERVOSISCE,ECC.

THANKS!