Want to make creations as awesome as this one?

Transcript

Il nuoto, uno degli sport più antichi e universali, ha una storia ricca e affascinante che si intreccia con lo sviluppo della civiltà umana. Risalente alle prime civiltà dell'Antico Egitto e della Mesopotamia, il nuoto era inizialmente una pratica essenziale per la sopravvivenza e la navigazione. Le prime rappresentazioni di nuotatori risalgono a più di 7.000 anni fa, con dipinti rupestri che raffigurano persone che attraversano fiumi e laghi.

Il nuoto

Nell'antica Grecia, il nuoto divenne parte integrante della formazione fisica e militare, con la pratica diffusa nei giochi olimpici antichi. I Romani, successivamente, incorporarono il nuoto nelle loro attività ricreative e militari, con la costruzione di lussuose terme e complessi balneari. Tuttavia, con la caduta dell'Impero Romano, l'interesse per il nuoto diminuì notevolmente in Europa, soprattutto durante il Medioevo. Fu solo durante il Rinascimento che il nuoto tornò in auge, con un rinnovato interesse per il corpo e la salute fisica.

storia

giocatore del passsato

JOHNNY WEISSMULLER Weissmuller nacque a Szabadfalu, in tedesco e romeno Freidorf, nell'allora Impero austro-ungarico, oggi quartiere di Timișoara, Romania. Sull'atto di battesimo fu registrato come János Weißmüller, figlio di Petrus Weißmüller ed Erzsébet Kersch, sassoni di Transilvania. La famiglia emigrò pochi mesi dopo negli Stati Uniti. Partirono dal porto di Rotterdam il 14 gennaio 1905 e, dopo una traversata di dodici giorni, arrivarono a New York. Nei registri dell'immigrazione vennero iscritti come Peter, Elizabeth e Johann Weissmuller. Dopo un breve soggiorno a Chicago presso parenti, si stabilirono a Windber, in Pennsylvania, dove Peter Weissmuller aveva trovato lavoro come minatore. Il 3 settembre 1905 nacque il secondo figlio della coppia, Peter Weissmuller Jr. Qualche anno dopo, tornarono a Chicago. Il padre gestiva un bar, la madre era capocuoca in un famoso ristorante. Il loro matrimonio però entrò in crisi ed Elizabeth chiese il divorzio. Sin da piccoli, Johnny e il fratello mostrarono grande passione per il nuoto. Una volta trasferitisi a Chicago, le spiagge del lago Michigan divennero il loro posto preferito. Johnny frequentava la piscina dello Stanton Park e vinceva tutte le gare di nuoto cui partecipava. A dodici anni entrò nella squadra della YMCA. Weissmuller lasciò presto gli studi e trovò lavoro come fattorino e addetto agli ascensori del Plaza Hotel di Chicago. Nel frattempo continuava ad allenarsi all'Illinois Athletic Club, mettendo a punto il suo rivoluzionario crawl e sognando di poter un giorno partecipare ai Giochi olimpici. Il 6 agosto 1921 debuttò ai campionati statunitensi per dilettanti, vincendo le 50 yarde stile libero. Johnny Weissmuller temeva che l'essere nato all'estero potesse precludergli la convocazione nella squadra olimpica. Quindi dichiarò di essere nato a Windber, in Pennsylvania, e diede come data di nascita quella del fratello minore Peter Jr. In questo modo riuscì ad ottenere il passaporto e la possibilità di partecipare ai Giochi olimpici. Il 9 luglio 1922, ad Alameda, Weissmuller fu il primo al mondo a scendere sotto il minuto nei 100 m stile libero, battendo il record mondiale dell'hawaiano Duke Kahanamoku con 58,6 secondi. Il 17 febbraio 1924, a Miami, lo portò a 57,4 secondi. Alle Olimpiadi del 1924 vinse tre ori: nei 100 m stile libero davanti a Kahanamoku, nei 400 m stile libero e nella staffetta 4 x 200 m. Fu bronzo come componente della squadra di pallanuoto. Quattro anni più tardi, alle Olimpiadi del 1928 vinse altri due titoli olimpici. Durante questi anni strinse una forte amicizia con il nuotatore italiano Emilio Polli, esperto alimentare, che gli compilava diete per gli allenamenti e le competizioni. Weissmuller ottenne 5 ori e un bronzo ai Giochi olimpici, 52 titoli nazionali e 67 record mondiali. Chiuse imbattuto la carriera.

Le partenze dal blocco si dividono ulteriormente in due tipi: Grab start: il nuotatore è posizionato generalmente con entrambi i piedi aggrappati al bordo anteriore del blocco, il bacino è alto e le mani poggiate al centro del bordo tra le gambe; Track start: il nuotatore è posizionato con un piede sul bordo anteriore del blocco e l’altro nella parte posteriore del blocco (dove da pochi anni è stato inserito un alettone per poterne sfruttare al meglio la spinta) e le mani si trovano sul bordo anteriore del blocco generalmente posizionate vicino agli angoli. Questa tecnica, che riprende la partenza dal blocco dell’atletica, è il metodo più utilizzato ad alti livelli perché ritenuto molto efficace e veloce. In ogni caso gli atleti possono partire nel modo in cui preferiscono a patto che almeno un piede sia a contatto con il bordo anteriore del blocco di partenza.

fondamentali

partenza:la partenza da bordo vasca viene effettuata contemporaneamente da tutti gli atleti, indicata da un ausilio sonoro controllato dal giudice di partenza.VIRATA La Virata Stile prevede un contatto con il muro con qualsiasi parte del corpo; Solitamente, essa è effettuata sfruttando l’ultima bracciata per la spinta verso il basso per eseguire una sorta di capriola che termina quando i piedi sono rivolti verso il muro; La Rotazione del busto per ritornare in posizione “Prona” Può Avvenire sia durante l’esecuzione della capriola, sia durante la fase di spinta. SUBACQUEA Viene definita subacquea il momento successivo alla partenza o alla virata, come dice il nome avviene sotto acqua e consiste nell’emulare la gamba che contraddistingue la farfalla .Non si possono superare i 15 m di subacquea sennò si viene squalificati.

Gregorio Paltrinieri è un nuotatore italiano di fama mondiale, noto soprattutto per le sue prestazioni straordinarie nella disciplina del fondo. Il suo stile fluido e la sua resistenza eccezionale lo hanno reso uno dei migliori nuotatori di distanza al mondo. Ha conquistato numerose medaglie d'oro in competizioni internazionali, tra cui i Giochi Olimpici e i Campionati del Mondo. La sua determinazione e il suo impegno nell'allenamento lo rendono un atleta straordinario, e la sua umiltà e il suo carisma lo rendono amato dai fan di tutto il mondo.

Le regole del nuoto sono fondamentali per garantire una competizione sicura, equa e organizzata. Esse stabiliscono le modalità di partenza, il corretto stile di nuoto da utilizzare per ciascuna gara, le tecniche consentite e vietate, le distanze da percorrere e le penalità per infrazioni. Le regole variano leggermente tra le diverse federazioni e competizioni, ma hanno lo scopo comune di assicurare una competizione leale e rispettosa. Il rispetto delle regole è essenziale per garantire il successo degli atleti e l'integrità dello sport.

REGOLE