Want to make creations as awesome as this one?

Transcript

Next

La baia è una piccola insenatura: si tratta di una piccola rientranza del mare nella costa.

La caletta è un'insenatura ancora più piccola della baia.

La battigia è quella parte della spiaggia marina battuta dalle onde.

L'isola è una porzione di terra interamente circondata dal mare.

L'arcipelago è un gruppo di isole che si trovano vicine l'una all'altra.

Si definisce porto quello spazio di mare sulla costa, protetto e attrezzato, dove le imbarcazioni possono sostare per l'imbarco e lo sbarco di persone e di merci.

La penisola è un'ampia superficie di terra circondata dal mare da tre lati e collegata al resto della terraferma da un solo lato.

I faraglioni sono scogli rocciosi a forma di picco che emergono dall'acqua del mare nei pressi della costa.

Il termine promontorio definisce delle sporgenze della crosta formata in genere da rocce alte.

L'istmo è una lingua di terra piuttosto stretta che unisce due ampi territori circondati dalle acque. Si differenzia dallo stretto, un tratto di mare compreso tra due terre che mette in comunicazione due mari vicini.

Il golfo è un'insenatura costiera profonda e di notevole ampiezza.

Il capo è una sporgenza della costa sul mare.

Di solito, la costa alta è rocciosa: si trova dove un montagna è molto vicina al mare o scende direttamente sul mare.

Generalmente la costa bassa è sabbiosa: ha questa forma se il terreno vicino al mare è pianeggiante.

La falesia è una costa con pareti rocciose che scendono a picco sul mare.

Il molo è un'opera portuale collegata con la terraferma finalizzata a proteggere un bacino dal moto ondoso del mare, attrezzata per l'ormeggio delle imbarcazioni e per attività e servizi vari.

Onde

Maree

Correnti marine

La corrente del Golfo

Le onde sono prodotte dai venti. Il punto più alto dell'onda si chiama cresta. Il punto più basso è il cavo. La distanza tra i due punti costituisce l'altezza dell'onda. Le onde anomale hanno altezza superiore ai 7-8 metri e sono prodotte da maremoti sottomarini (o tsunami).

https://dam.bsmart.it/player/deagostini/DEA22C_22017_1_bz4R_000147/play

Le correnti marine sono delle masse d'acqua, simili a fiumi, che scorrono sotto la superficie del mare e hanno temperature e salinità diverse da quelle delle acque circostanti.

Le onde sono prodotte dai venti. Il punto più alto dell'onda si chiama cresta. Il punto più basso è il cavo. La distanza tra i due punti costituisce l'altezza dell'onda. Le onde anomale hanno altezza superiore ai 7-8 metri e sono prodotte da maremoti sottomarini (o tsunami).

Le maree si verificano quando il livello delle acque marine si alza (alta marea) e si abbassa (bassa marea).