Want to make creations as awesome as this one?

More creations to inspire you

TEN WAYS TO SAVE WATER

Horizontal infographics

NORMANDY 1944

Horizontal infographics

LIZZO

Horizontal infographics

BEYONCÉ

Horizontal infographics

ONE MINUTE ON THE INTERNET

Horizontal infographics

SITTING BULL

Horizontal infographics

Transcript

1

I suoni sono interni alla scena e sono quelli di guerra e di un uomo che porta i regali, sono suoni molto tranquilli proprio perché è la vigilia di Natale

2

I suoni sono interni alla scena, si sente il canto da parte dei soldati di una trincea inizialmente e successivamente il canto da parte anche dei soldati della trincea opposta. La musica crea un'emozione di unione, come se la magia del Natale avesse rotto l'avversità fra i due popoli.

2

I suoni sono interni alla scena, si sente il canto da parte dei soldati di una trincea inizialmente e successivamente il canto da parte anche dei soldati della trincea opposta. La musica crea un'emozione di unione, come se la magia del Natale avesse rotto l'avversità fra i due popoli.

3

I suoni sono interni alla scena. Il sole è ormai sorto e ora c'è un momento di Sound of silence anche se di sottofondo c'è una leggera melodia ma comunque si sente la tensione infatti il soldato sta uscendo dalla propria trincea facendo il primo passo anche se sa di poter essere sparato, proprio per questo c'è tensione.

3

I suoni sono interni alla scena. Il sole è ormai sorto e ora c'è un momento di Sound of silence anche se di sottofondo c'è una leggera melodia ma comunque si sente la tensione infatti il soldato sta uscendo dalla propria trincea facendo il primo passo anche se sa di poter essere sparato, proprio per questo c'è tensione.

Joyeux Noel

(Felice Natale)

Regista Christian Carion

Adeste Fideles (canto tradizionale di cui non si sa l'autore)

Il generale passa a dare un piccolo dono ad ogni soldato per Natale.

I soldati delle due trincee iniziano a cantare insieme.

I soldati di una trincea iniziano a cantare un canto natalizio.

Un soldato esce di nascosto dalla propria trincea disarmato, per far capire che vuole solo parlare e divertirsi e non far guerra almeno il giorno di Natale.

Sorge l'alba.

4

I suoni sono interni alla scena. Il sound of silence viene interrotto dall'ordine di un capo tedesco di sparare al soldato avversario. Qua si sentono i rumori dei soldati che si mettono in posizione per spararlo. In questa situazione la musica fa un grande miracolo, facendo capire a chi lo vede o a chi lo sente, la stessa tensione del soldato che sto uscendo dalla trincea.

5

I suoni sono interni alla scena. La tensione creata soprattutto dalla musica viene interrotta dall'ordine di un soldato di non sparare che aveva capito fin dal principio le intenzioni del soldato avversario. Ora c'è sempre il sound of silence, anche se con una leggera melodia di sottofondo e con il suono dei passi dei soldati, ma questo silenzio viene interrotto dalle urla di gioia dei soldati che escono dalle trincee per festeggiare.

5

I suoni sono interni alla scena. La tensione creata soprattutto dalla musica viene interrotta dall'ordine di un soldato di non sparare che aveva capito fin dal principio le intenzioni del soldato avversario. Ora c'è sempre il sound of silence, anche se con una leggera melodia di sottofondo e con il suono dei passi dei soldati, ma questo silenzio viene interrotto dalle urla di gioia dei soldati che escono dalle trincee per festeggiare. In questa scena avviene il dialogo tra i due protagonisti in primo piano e come vocine di sfondo i vari dialoghi degli altri soldati.

6

I suoni sono esterni alla scena. I soldati iniziano ad urlare di gioia, a giocare a calcio e la loro felicità viene mostrata in sottofondo dalle urla della gente e gli applausi e in primo piano da una musica allegra.

8

I suoni sono esterni alla scena. Il momento si conclude con una leggera melodia ma che tocca proprio il cuore, facendo ricordare a tutti i momenti passati sia di gioia che di guerra in quella giornata magica che rimarrà sempre nella memoria dei soldati: 25 dicembre 1914.

7

I suoni sono interni alla scena. Il momento di gioia viene interrotto dai suoni di guerra, ma i soldati si comportano come se quella fosse normalità e questo si vede quando si sentono le esplosioni e i soldati non corrono a riparo ma camminano tranquillamente verso le proprie trincee, tristi che quella giornata normale in mezzo a tante di guerra era finita. In questa scena avviene il secondo dialogo tra i due protagonisti.

5

I suoni sono interni alla scena. La tensione creata soprattutto dalla musica viene interrotta dall'ordine di un soldato di non sparare che aveva capito fin dal principio le intenzioni del soldato avversario. Ora c'è sempre il sound of silence, anche se con una leggera melodia di sottofondo e con il suono dei passi dei soldati, ma questo silenzio viene interrotto dalle urla di gioia dei soldati che escono dalle trincee per festeggiare.

7

I suoni sono interni alla scena. Il momento di gioia viene interrotto dai suoni di guerra, ma i soldati si comportano come se quella fosse normalità e questo si vede quando si sentono le esplosioni e i soldati non corrono a riparo ma camminano tranquillamente verso le proprie trincee, tristi che quella giornata normale in mezzo a tante di guerra era finita. In questa scena avviene il secondo dialogo tra i due protagonisti.

Joyeux Noel

Gli austriaci se ne accorgono e lo vogliono sparare ma un soldato gli ordina di non sparargli capendo le sue intenzioni.

I due soldati vengono poi seguiti dall'esercito intero.

Esce anche il soldato austriaco dalla trincea.

Si divertono insieme, giocando a calcio.

Gli eserciti rivali si presentano e iniziano a parlare.

I due protagonisti si scambiano gli auguri di Natale e due piccoli doni, ma di un forte gesto e tornano anche loro in trincea.

Si sentono suoni di guerra (esplosioni, spari) e i due eserciti iniziano a tornare nelle rispettive trincee.

I protagonisti Ormai nelle proprie trincee aprono i regali scambiati prima. La musica di sottofondo che trasmetterà le emozioni dei due soldati farà capire che l'umanità dell'uomo è più forte della brutalità di una guerra mondiale.

Per me le musiche sono molto azzeccate perché esprimono alla perfezione ogni emozione che il soldato prova in battaglia anche a Natale. Un'altra cosa che mi piace molto di queste musiche e lo scambio tra una musica e i rumori di guerra o tra il Sound of silence e le musiche di gioia come alla fine che la musica e le urla di gioia vanno a sfumare piano piano come sottofondo dell'esplosione per poi andarsene via così sentendo solo le esplosioni e i suoni di guerra. infatti, tra un cambio e l'altro, il rumore e le musiche si sovrappongono, per poi sfumare sulla musica predominante. Ma il messaggio predominante che l'umanità dei soldati, almeno nel giorno di Natale, è superiore all'orrore della guerra, questo si capisce all'inizio, quando cantano tutti insieme, come se fossero schierati dalla stessa parte e anche nella parte intermedia, quando il soldato esce e gli avversari non gli sparano e da lì scoppia l'umanità totale delle persone.

Joyeux Noel

THE END

Sainsbury's

Il film viene realizzato nel 2005 e racconta la storia magica di due eserciti, uno di fronte all'altro nella notte del 25 dicembre 1914.Nel 2014 i magazzini inglesi Sainsbury's hanno prodotto questo spot per il centenario della vicenda.

Sainsbury's

Il film viene realizzato nel 2005 e racconta la storia magica di due eserciti, uno di fronte all'altro nella notte del 25 dicembre 1914.Nel 2014 i magazzini inglesi Sainsbury's hanno prodotto questo spot per il centenario della vicenda.