Want to make creations as awesome as this one?

More creations to inspire you

Transcript

Prima rivoluzione industriale

Storia

Carbone

Geografia

Cambiamento climatico

Tecnologia

Energie non rinnovabili

Consumo globale

Nel 2023 la domanda globale ha raggiunto 8,53 miliardi di tonnellate

Estrazione

Il carbone è un combustibile fossile costituito da una roccia sedimentaria di colore nero o bruno scuro. Deriva da una lenta e graduale decomposizione che ha subito il legno di antichissime foreste, sommerse dalle acque e sepolte poi sotto la crosta terrestre. Questa decomposizione è avvenuta in mancanza di aria, sotto l'azione di alte temperature e pressioni in presenza di speciali batteri. I più antichi carboni fossili risalgono alla fine dell'era primaria, nell'era secondaria questi grandi accumuli di legname furono ricoperti da detriti terrosi e sommersi dalle acque: così cominciarono a formarsi i carboni più antichi come le antraciti e i litantraci.

È stato stimato che l'attuale tendenza delle emissioni di CO2 dovute alla combustione del carbone è responsabile di circa un terzo dell'aumento di 1 grado centigrado delle temperature medie annuali al di sopra dei livelli preindustriali, rendendola la principale fonte di emissioni nella storia umana.

Cambiamento climatico

1)Torbe: Deriva dalla decomposizione di piante erbacee che crescono in zone acquitrinose o palustri

Tipi di carbone

2)Ligniti: Carboni fossili giovani che si sono formati nell'era terziaria

3)Litantraci: Carboni fossili più importanti che si estraggono da giacimenti antichissimi, risalenti a 300 milioni di anni fa

4)Antraciti

: Carboni di più antica formazione, i più ricchi di

carbonio e quelli con il più alto potere calorifico

: è un carbone artificiale veramente duro e compatto, costituito da carbonio quasi puro. Si ricava dal litantrace, che viene distillato in impianti detti cokerie.

5)Coke

Tra i grandi protagonisti della prima rivoluzione industriale c’è il carbone. È questo il momento in cui lo scienziato scozzese James Watt inventa la macchina a vapore (1769), o meglio, perfeziona lo strumento dell’inventore inglese Thomas Newcomen che già funzionava con il vapore ma aveva un meccanismo di pistoni poco efficiente.

La macchina a vapore

Nel 1804 comparve la prima locomotiva a vapore, anch’essa sfruttava il carbone come combustibile, ma allo stesso tempo nasceva per il trasporto del carbone stesso. L’introduzione di questa nuova macchina, proprio per questo motivo, fece aumentare esponenzialmente il numero delle miniere di carbone, specie nella zona di Northumberland e Durham (in Inghilterra). Seguono poi le navi a vapore e gli impianti di riscaldamento per gli edifici che arriveranno nei decenni successivi.

Nelle miniere a cielo aperto, il carbone viene estratto dopo essere stato liberato dalle rocce sovrastanti. Nel caso di miniere sotterranee, l'estrazione si esegue con due modi: quello "dei pilastri abbandonati" e quello "delle lunghe fronti".

Il 95% dei giacimenti di carbone si trova nell'emisfero settentrionale (quasi il 60% è ripartito tra Cina, USA ed ex URSS). In Europa, la fascia dei grandi giacimenti è localizzata nei Paesi centro- settentrionali: Gran Bretagna, Francia settentrionale, Belgio, Olanda, Germania, Polonia e Russia

Può avvenire in due modi:

Estrazione Carbone

Impiego carbone oggi

Oggi il carbone è utilizzato prevalentemente in alcuni settori: quello energetico (per la produzione di energia termica ed elettrica), quello del cemento (sempre per la produzione di energia) e quello dell'industria chimica.