Want to make creations as awesome as this one?

Transcript

land graBBing

Che cosa significa?

Il nome land grabbing significa, letteralmente, “accaparramento di terre”. Le aziende, soprattutto le multinazionali occidentali, puntano ad acquisire enormi estensioni di terreno da utilizzare per la coltivazione intensiva di prodotti da esportare (in particolare, sono utilizzate per produrre materie prime che, a loro volta, saranno utilizzate per la produzione di biocarburanti).

il land grabbing ha delle gravi conseguenze per il suolo che, coltivato intensamente, finisce per impoverirsi. Le terre “accaparrate” sono coltivate da intere popolazioni che vi vivevano da decenni, se non da secoli. Quelle popolazioni sono costrette a spostarsi, e spesso questo avviene violando i diritti fondamentali. Le modalità di acquisto dei terreni, in molti casi, non sono propriamente trasparenti.

Le conseguenze

Il Madagascar è tra gli stati più colpiti dal fenomeno del land grabbing, con casi noti come Daewoo Logistics nel 2008 e ora in via di discussione e mediazione come con Tozzi Green nel 2023 (istanza italiana per un caso di land grabbing in Madagascar). Proseguendo il nostro impegno politico nel monitorare il fenomeno di accaparramento delle terre a danno dei popoli indigeni e dei contadini (I Padroni della Terra 2023: le raccomandazioni politiche– Land Grabbing e Agroecologia), riportiamo un comunicato congiunto da parte di organizzazioni della società civile che denuncia un progetto turistico del valore di 600 milioni di dollari, finalizzato all’accaparramento di terreni nelle isole di Nosy Mitsio nel nord-ovest del Madagascar. Il progetto turistico prevede la costruzione di un hotel di lusso sottraendo 2.000 ettari di terreno, attualmente utilizzati dai residenti locali per la loro vita personale e collettiva, con impatti ambientali e sociali che rischiano di distruggere il sito e gli spazi di vita e di lavoro delle comunità locali.

Caso land grabbing in Madagascar

Grazie per l'attenzione