Want to make creations as awesome as this one?

No description

More creations to inspire you

Transcript

conoscenzeabilità atteggiamento

Competenze disciplinari

I.C. GIOVANNI XXIII ACIREALE A.S. 2021-22 secondaria

educazione civica INTEGRATA

EDUCAZIONE CIVICADal corrente anno scolastico l’educazione civica è integrata al curricolo di scuolaTutta la vita scolastica è orientata a un curricolo implicito ed esplicito di educazione civicaCOSTITUZIONE, diritto (nazionale e internazionale), legalità e solidarietàSVILUPPO SOSTENIBILE, educazione ambientale, conoscenza e tutela del patrimonio e del territorioCITTADINANZA DIGITALECOSTITUZIONE: “il diritto di una scuola aperta a tutti” è esercizio del diritto di cui all'art. 34 della Costituzione ItalianaSVILUPPO SOSTENIBILE: l’educazione ambientale, la conoscenza e tutela del patrimonio e del territorio la pratichiamocontinuando i percorsi di apprendimento che utilizzano gli ambienti interni ed esterni in modo integrato e fluidoDue aspetti della Educazione Civica obbligatoria nel curricolo per D.M. n. 35 del 22.giugno 2020, aspetti accolti e integrati attraverso azioni educative e didattiche trasversali a tutti i campi di esperienza e discipline come di seguito descritte:SPAZIO-TEMPO E RELAZIONI e i vincoli del contenimento del contagio Covid19 sono input preziosi per avviare l’ EDUCAZIONE CIVICA: COSTITUZIONE E SVILUPPO SOSTENIBILE , la condivisione, le pratiche di responsabilità, ospitalità e comunità, il recupero di apprendimenti e la cura per il benessere psicofisicoinput preziosi per trovare temi quali SPAZIO, TEMPO E RELAZIONI in tutte le discipline.RI-PENSIAMO agli SPAZI, ai TEMPI, alla ORGANIZZAZIONE IN GRUPPI creando SITUAZIONI DI APPRENDIMENTO SIGNIFICATIVOi nuclei tematici generatori di percorsi disciplinari e interdisciplinari si centrano sui significati di spazio, tempo e relazioneSPAZI SICURI, ACCESSIBILI e FUNZIONALIRi-pensare agli spazi in termini di sicurezza, accessibilità e funzionalità didattica è rendere visibile l’articolo 34 della Costituzione Italiana: la Scuola è aperta a tutti. La Sicurezza non è un valore assoluto, la valutazione del rischio deve considerare salute psicofisica globale e la probabilità dell' incidente. Le culpa in vigilando, educando , organizzando devono essere condivise.I piani di sicurezza si perfezionano con le procedure per il contenimento del rischio Covid 19Planimetria con piani di evacuazione, piano sicurezza con distanziamento per evitare assembramenti e maggiore attenzione alle misure igieniche.Ciascun edificio scolastico delle nostre 7 scuole, con aule, corridoi, androni, cortili, giardini aiuole, territorio circostante, è diverso. Contesti diversi che necessitano soluzioni organizzative diverseSpazio scolastico osservato, pensato, organizzato e guidato in modo flessibile per riappropriarsene e per renderlo fruibile accessibile a tutti:● entrate-uscite differenziate-percorsi interni delimitatiVIA FIRENZESCUOLA PRIMARIA CANCELLO CENTRALE CLASSI 1A-5B( 2 GRUPPI) 3A 3B - VIA M. CALABRETTA 5A E 4A-B(3 GRUPPI) SPAZIO PER L’ATTESA 1^ AULA SINISTRA P.TERRA SPAZIO AGORÀ A ROTAZIONE UTILIZZO DEI CORRIDOI PER ATTESA RITARDI FAMIGLIE -AULE-CLASSI DISPOSIZIONE FRONTALESCUOLA SECONDARIACANCELLO CENTRALE CLASSI 1A-1B CANCELLO PICCOLO PALESTRA -CLASSI 3A 3B 3C E VIA M. CALABRETTA 2A-2B-2C-SPAZIO PER L’ATTESA 1^ AULA SIN P.PRIMO AULE-CLASSI DISPOSIZIONE FRONTALEI BANCHI INNOVATIVI SPAZIO A ROTAZIONE AULA MAGNA VIA MESSINAENTRATACORTILECLASSI 1C E 4C ENTRATAPRINCIPALECLASSI 2A-2C( 3 GRUPPI) 5 C ( ORARIO DIFFERENZIATO 5MIN. = CLASSI 2A-2C( 3 GRUPPI) entrano/ escono 5 minuti dopo l’orario della classe 5C e altre classi SPAZIO ATTESA PIANO PRIMO UTILIZZO DEL CORRIDOIO PER ATTESA RITARDI FAMIGLIE AULE-CLASSI DISPOSIZIONE A TAVOLO QUADRATO ( CON DISTANZIAMENTO MIN 1 M TRA RIME BUCCALI ) IN ATTESA DI BANCHI MONOPOSTOVIA BONACCORSIENTRATA PRINCIPALE SEZ D T.R. E SEZ B T.N.ENTRATA RETRO GIARDINO SEZ E T.R. SEZ A E SEZ C T. NORMALE SALA ATTESA EX SPOGLIATOIOSANTA M. DELLE GRAZIE ENTRATA PRINCIPALE SEZIONI A-B-C 2 T. NORMALE 1 T.RIDOTTO 2 SEZIONI 3 GRUPPI ENTRATA GIARDINO INFANZIA 1 F TEMPO PIENO ENTRATA CORTILE PRIMARIA 3F-4/5F ENTRATA GIARDINO PRIMARIA 2 F SALA ATTESA EX AULA MENSA AULE-CLASSI DISPOSIZIONI MISTE ( CON DISTANZIAMENTO MIN 1 M TRA RIME BUCCALI ) IN ATTESA DI BANCHI MONOPOSTOPIANO D’API ENTRATA PRIMARIA CLASSE 2 D TEMPO PIENO ENTRATA PRIMARIA CLASSE 5 D SALA ATTESA AUTA PRIMARIA ENTRATE INFANZIA DA PORTE FINESTRA SALA ATTESA EX MENSA AULE-CLASSI DISPOSIZIONI MISTE ( CON DISTANZIAMENTO MIN 1 M TRA RIME BUCCALI ) IN ATTESA DI BANCHI MONOPOSTOFIANDACAENTRATA PRINCIPALE SEZ A T NORMALE ENTRATA GIARDINO SEZ B TEMPO RIDOTTOPENNISIENTRATA SINISTRA 1E-2-3E ENTRATA DESTRA 4-5 E ( 2 GRUPPI)AULE-CLASSI DISPOSIZIONI MISTE ( CON DISTANZIAMENTO MIN 1 M TRA RIME BUCCALI ) IN ATTESA DI BANCHI MONOPOSTO● cartellonistica, segnaletica, procedure per interventi di prevenzione e contenimento Covid rispetto di distanziamento, igienizzazione mani, areazione aule , micropause in cortile e in giardino ( 45/60 min per 10 min oltre alla pausa ricreazione più lunga), uso della mascherina, giustificazioni assenze entro i 3 gg ( infanzia) o entro i 10 gg (primaria e secondaria)richiesta permessi di uscita anticipata in corresponsabilità avviso preventivo sul diario per richieste occasionali, con modulo per periodi più lunghi● spazio per l’attesa USCA(in casi di febbre o sintomi ricondicibili al Covid 19* Decreti interassessoriale 11.11.2020) in ogni scuola● igienizzanti in aula e all’entrata -sapone e rotoli di carta in bagno● cartelle, giacchini nella spalliera della sedia o nel cubotto singolo● nessun materiale o strumento didattico comune e condiviso, tutto il materiale scolastico viene distribuito e utilizzato individualmente*● bagni: miglioramento pratica semaforo in aula e introdotto all’ingresso dei bagni● pulizia e igienizzazione secondo procedure INAIL indicate da USR per la Sicilia monitoraggio quotidiano in ogni ambiente● pausa pranzo (tempo normale nella scuola dell’infanzia e tempo pieno nella scuola primaria) in aula perchè la turnazione in una unica aula mensa prolunga i tempi di attesa dei bambinimerenda in aula al bancomicropause e ricreazione all’aperto● appendini- spogliatoi vuoti● distanziamento in aula 1 metro tra le rime buccali degli allievi , di due metri dal docente● limiti in palestra ( distanza di due metri, divieto di giochi di squadra )● nella scuola dell’infanzia attività per gruppi stabili, mai in intersezione con aree operative definite dentro e fuori● nella scuola primaria e secondaria si ri-organizza il manuale della classe e le istruzioni per l’uso, incarichi e responsabilità, per tutti un manuale di plesso● i cubetti agorà della scuola primaria vengono distribuiti accanto a ciascun banco● nella scuola primaria e secondaria l’eventuale rotazione di gruppi in spazi didattici potrà avvenire solo a cadenza minima settimanale*CLASSI PRIME SZ ACQUISTO ZAINO SCELTO DALLE FAMIGLIE E MATERIALE PER UTILIZZO INDIVIDUALE DA LASCIARE IN AULA●utilizzo di piante per distanziamento interno e identificazione aree interne ed esternearee esterne differenziate● attività all’aperto potenziata: aiuole,cortili e orti didattici, giardini, vie -piazze di prossimità raggiungibili a piedi● agorà flessibile e all’apertoVIA FIRENZESCUOLA PRIMARIA CORTILE E AREA VERDE A DESTRA E ENTRATA PRINCIPALESCUOLA SECONDARIA CORTILE E AREA VERDE SINISTRAVIA MESSINA5 AREE A ROTAZIONEVIA BONACCORSI5 AREE A ROTAZIONESANTA M. DELLE GRAZIE GIARDINO INFANZIA 3 AREE A ROTAZIONE UTILIZZO CLASSE A T PIENO IN ORARIO POMERIDIANO GIARDINO PRIMARIA 4 AREE PROSPICIENTI LE AULEPIANO D’API PIAZZA CHIESA SAN COSMO AREA VERDE INTORNO ALLA FONTANA A CURA DEL PROPRIETARIOFIANDACA 2 AREE VERDI E CORTILE A ROTAZIONEPENNISI5 AREE DIDATTICHE E VERDI A ROTAZIONETEMPI FLESSIBILI E FUNZIONALIENTRATE USCITE ORARI DIFFERENZIATITEMPO FLESSIBILENessun segnale interno ( campana) a scandire le ore di lezione )● tempi di pause all’aperto, tempi di agorà, tempi per le uscite e le entrate, tempi consigli dei ragazzi● Il tempo è più flessibile e più lungo così da consentire routine di uscite all’aperto e locali arieggiati. Routine personalizzate e condivise a livello di gruppo classe e scuola micropause di 10 minuti ogni 50-60 minuti con tempi , spazi, percorsi diversi ; nessuna uscita contemporanea nello stesso spazio● primaria/secondaria nessuna rotazione giornaliera in aule laboratorioprimaria e secondaria tempi lunghi , numero ridotto di cambio docente “ compattazione oraria”scuola secondaria compattazione oraria turnazione quindicinale e utilizzo di aule laboratorio e palestra per 1 giornata Arte-Tecnologia( in allestimento)GLI SPAZI e quindi i TEMPI flessibili e permeabili superando l’ identificazione rigida e strumentale( es. ricreazione in cortile nel tempo di ricreazione scandito dalla campana si trasforma in ricreazione in area esterna in tempi autonomi del gruppo) e assumono significato a seconda della didattica necessaria.RELAZIONI● riscriviamo i patti di corresponsabilità e le istruzioni per l’uso,i regolamenti valorizzando il lavoro del team riparativoREGOLAMENTO INTEGRATO CON PROTOCOLLI CONTENIMENTO COVID 19CITTADINANZA DIGITALEL'educazione civica include digitale non come ulteriore input frammentato ma come curricolo vissuto funzionale e utile allo star bene e ad apprendereUna nuova piattaforma organizzativa fa da collante per dentro fuori la scuola e per sapere chi, dove, cosa, come , quando...per tracciare percorsi e apprendimentiIl digitale come strumento organizzativo e di comunicazioneLaprogettazioneper attività in problem based learning , i saperi essenziali già predisposti e i descrittori divalutazionegià in campo dall'infanzia alla secondaria sono potenziati nella condivisione con l’autovalutazione anche in cloudSaper utilizzare e implementare con contenuti la piattaforma digitale ,saper scrivere una e-mail, conoscere i linguaggi della netiquette sono un buon avvio della cittadinanza digitale condivisa con le famiglieRipartiamo con la consapevolezza cheil digitaledeve essere integrato prioritariamente nella organizzazione spazio temporale e relazionale come spazio di comunicazione, perchè sito e registro elettronico non bastano, l’informazione non basta , è urgente utilizzare uno spazio di comunicazione.L’emergenza a distanza ha evidenziato la fragilità comunicativa insita in una scuola diffusa in 5 frazioni e in 10 punti di erogazione considerati i diversi ordini di scuola.L’uso del digitale nell'organizzazione e nella didattica se improvvisato per affrontare l’emergenza, oggi è organizzato e pensato perchè stia contesto di comunicazione efficace.Un contesto comunicativo digitale che faciliti la comunicazione tra docenti, tra e con alunni, tra e con genitori. Contesto scuola è il nostro nuovo cloud, un luogo comune virtuale che facilita la comunicazione efficace.Il digitale provato ed utilizzato in emergenza, scoperto quale alleato per migliorare la comunicazione, la condivisione , la gestione nell’organizzazione e a seconda delle necessità anche nel percorso di progettazione-insegnamento-valutazione.SPAZIO DIGITALE DI COMUNITÀ perché la condivisione sia possibile e realePlanning tempo spazio didattica di scuola-di classe-di gruppopercorsi curriculari per nuclei tematici orientati euristicamente ai traguardi e per questo necessariamente condivisirubriche valutative condivise : autovalutazione centrale al processo per la valutazione formativarepository scolastiche di attività digitale del periodo trascorso e dei nuovi contenuti digitaliUno spazio cloud che darà vita alle sezioni riservate del sito web( in costruzione) e si integrerà conil registro elettronico per le funzioni necessariele diverse applicazioni didattiche disciplinari utilizzate dai docentiDidattica digitale integrata al momento soltanto in caso di sospensione dell’attività e in altri casi in presenza“studenti che presentino fragilità nelle condizioni di salute, opportunamente attestate e riconosciute, consentendo a questi per primi di poter fruire della proposta didattica dal proprio domicilio, in accordo con le famiglie, anche attivando percorsi di istruzione domiciliare appositamente progettati e condivisi con le competenti strutture locali, ai fini dell’eventuale integrazione degli stessi con attività educativa domiciliare. Nei casi in cui la fragilità investa condizioni emotive o socio culturali, ancor più nei casi di alunni con disabilità, si suggerisce che sia privilegiata la frequenza scolastica in presenza, prevedendo l’inserimento in turnazioni che contemplino alternanza tra presenza e distanza solo d’intesa con le famiglie...”laDidattica digitale integrata va strutturata, pensata e condivisa con gli allieviin presenza per non ricorrere all’improvvisazione in emergenza. Per farlo , con allievi via via più autonomi e indipendenti dall’intervento dell'intervento e affiancamento costante della famiglia, riserviamo unaquota del curricolo locale ( entro il 20%) alla cittadinanza digitale.PIANO SCOLASTICO PER LA DIDATTICA DIGITALE INTEGRATA* (allegato 1)

come

AULE per la classe eAULE per laboratoroes. : aula ARTEaula TECNOLOGIA

arredi disposti in modo flessibile e funzionale all'insegnamento:disposizione frontale funzionali al dialogo docente- gruppo classeal termine dell'emergenza Covid-19 e dei limiti del distanziamento fisicosi riprenderàdisposizione a coppia o a gruppo di 4 /6 per lavoro tra pari in coppia o a gruppoI setting variano a seconda della necessità di interazione didattica

DOVE

quando

pensiero critico riflessivo e creativo

studio individuale-di coppia -di gruppo teach back

Il processo di insegnamento apprendimento è un processo continuo di progettazione-verifica -valutazione. Si fonda su i continui teach-back* del docente ovvero della valutazione in itinere per il miglioramento continuo.A tal fine si organizza lo studio utilizzando con le modalità più funzionali allo scopo: studio individuale, studio tra pari: di coppia o di gruppo * teach back è più del feedbackil feedback è l'informazione immediata su un servizio o compitoil teachback è un feedback che genera insegnamento utilizzando l'errore come strumento prezioso per il miglioramento

apprendimento per problemi-laboratoriale-esperienziale

PROGETTAZIONE● avviamo i percorsidai saperi essenziali(già condivisi per fascia di classe e disciplina) , differenziamo i percorsi come recuperi e potenziamento, in un crescendo circolare dall’essenziale al complesso. Iniziamo con leattività relative al piano di integrazione degli apprendimenti (PIA) per il gruppo o gruppo classe, differenziando con i piani di apprendimento individualizzati (PAI)e (PDP) piani didattici personalizzati per il singolo alunno a seconda delle specificità● i percorsi per glialunni disabilifanno parte dei percorsi differenziati per ciascun alunno e vanno sin dall’inizio organizzati in team con il coordinamento del docente di sostegno e il supporto di figure specialistiche se presenti nel PEIPROPOSTE PBL (problem based learning) A SPIRALE DAL PIÙ’ SEMPLICE PER ALUNNI CON BES AL PIÙ COMPLESSO● tracciamo i percorsi formativi, facilitiamo così l’autovalutazione e aiutiamo la famiglia a sviluppare la consapevolezza del percorso di apprendimento.Sviluppiamo strumenti semplici fondati sulProblem based learningsulle domande chiave: argomento di studio: cosa so? ( brainstorming o check list di verifica) Cosa non so? ( brainstorming o check list di verifica e avvio al percorso di apprendimento per ricerca-scoperta )Dove e come posso trovare le informazioni per conoscere, sviluppare abilità e migliorare atteggiamenti e competenze? (libri di testo, approfondimenti multimediali, uso consapevole e critico delle informazioni in Rete, biblioteca digitale )DAI SAPERI ESSENZIALIdalle attività per l’alunno con Piano educativo individualizzato/Piano di apprendimento individualizzato/Piano didattico personalizzato ad attività più complesse e differenziatealle PROGETTAZIONI PER CAMPI DI ESPERIENZE INTEGRATI PROGETTAZIONI PER MAPPE MULTI E INTERDISCIPLINARI A SCADENZA BIMESTRALE unico documento da completare a step bimestrali ovvero rendicontazione come Post programmazione APPROCCIAPPROCCI METODOLOGICIAutonomia per l’apprendimentoIn un contesto di incertezza sulla presenza stabile di docente/i e alunno/i è fondamentale potenziare le autonomie , la condivisione, l'alleanza scuola famiglia nel rispetto di ruoli● riprendiamo lepratiche di autonomiadegli allievi con incarichi e responsabilità condivise per la vita di comunità e per la didattica con le istruzioni per l’uso di strumenti, es.semaforo in aula, ai bagni, nei percorsi per evitare assembramenti.● organizziamo la ripresa didattica disciplinaregiocando a costruire strumentiutili per l’apprendimento in autonomia e l’autovalutazione:lo strumento disciplinare per l’apprendimento autonomo da pensare, progettare e costruire, materializza la disciplinache diventa comestrumento prioritariodi conoscenzaApproccio sistemico e globale, abito tutta la scuola, dentro e fuori...dove so-stareper un tempo utile al benessere e all’apprendimentoApproccio ludicoGiochiamo con l’ organizzazione dello spazio, dei tempi e dei gruppi per il distanziamento. le aule e il fuori con le sue aree saranno spazi e potranno prendere il nome di luoghi fantastici come la mappa delle parole fantastiche che hanno utilizzato nella scuola primaria per dare spazio alla loro fantasia, e all’immaginazione e per alimentare la positività in questo periodo di distanziamento fisico e riprendendo un altro input per l’infanzia, i gruppi potranno essere le api operaie che stanno stare insieme ciascuna con il suo linguaggio, ciascuna con il suo incarico per la collettività.Sono esempi adatti ai bambini più piccoli,la scuola secondaria in continuità riprende con la riorganizzazione degli spazi e le istruzioni per l’usoImparare ad accogliere l'imprevistoutilizzando riflessioni sulla prevedibilità e l’imprevedibilità degli eventi, abituando all’attesa, alla osservazione , al tempo, alla scoperta, alla meraviglia, abituando all’ascolto, al dialogo, alla riflessione.

TERRITORIOcome ambiente di apprendimento

Un curricolo verticale interdisciplinare centrato sulla didattica esperienziale all'aperto, il fuori: cortile, giardino e orto della scuola, il territorio urbano e suburbano ( nel rispetto dei limiti dell'emergenza Covid19 che al momento hanno viettao i viaggi di istruzione e le visite guidate con l'utilizzo di mezzi .Le innovazioni avviate dal 2015-16 sono integrate e rimodulate per il necessario adattamento ai nuovi limiti dettati dall'Emergenza Covid 19 e per liberare la scuola anche da eventuali rischi di conformità ai "modelli" a dispetto della autenticità e dell'allievo.L'idea nasce nel 2016 dal primo anno di scuola all'aperto nella scuola dell'infanzia, un anno di riflessioni sull'allievo con i suoi bisogni impliciti ed espliciti che devono essere soddisfatti perchè la scuola sia autentica ,risponda ai diversi stili di apprendimento con proposte che valorizzano le diversità cognitive, affettive, emotive, relazionali. E´ il territorio a fare da maestro e i docenti riflettono su come tutti i campi di esperienza e discipline possono essere attivati per il raggiungimento di competenze comunicative, topologiche, spaziali, temporali, cognitive, relazionali e affettive. Il curricolo verticale avviato nell’a.s. 2017-18 , diventa già dall'a.s. 2018-19 SCUOLA LIBERA TUTTI il cammino si fa andando, progettando ed espandendo nuclei tematici con gli allievi nel territorio che diventa risorsa per l'apprendimento. Un percorso fondato sulla pedagogia fenomenologica dove teoria e prassi vanno insieme .Il fenomeno si rivela nel qui ed ora e può essere descritto nel suo manifestarsi riflettendo sui processi educativi all'interno di essi con un andamento ricorsivo a spirale orientata ai traguardi di competenze delle Indicazioni Nazionali 2012-2018 e le Raccomandazioni per le competenze chiave europee 2018.Alcune esperienze della scuola secondaria nelle piazze del centro storico utilizzate come ambienti di apprendimento ideali per fare esperienze con le conoscenze disciplinari

AMBIENTI DI APPRENDIMENTOSpazi e arredi flessibili perchè funzionali

ARMADIETTI PER OGNI ALUNNO DISTINTI PER CLASSE : I RAGAZZI PORTANO UN LUCCHETTO DA CASA E UTILIZZANO L'ARMADIETTO CON RESPONSABILITA' CURA DEGLI ORTAGGI A PICCOLI GRUPPI * DOPO EMERGENZA COVIDUSO DEL CORTILE PER LE FREQUENTI PAUSE ALL'ESTERNO In emergenza Covid micropause di 10 minuti ogni ora per arieggiare l'aula AREE DEL CORTILE DIFFERENZIATE PER CLASSEUSO FLESSIBILE DELLA SALA TEATRO: in emergenza Covid la sala teatro è utilizzata per Disegno dal vero e per altre attivitàé già allestito lo spazio per attività digitali specifiche con le sedute innovative

trasversale in orario curriculare disciplinare

Costituzione:La Scuola è aperta a tutti

Sostenibilità ambientale

Cittadinanza digitale

comprendono -praticano VALORI

RESPONSABILITA' OSPITALITA'COMUNITA'

OSPITALITÀ-RESPONSABILITÀ-COMUNITÀi tre valori della Scuola senza Zaino anche nella scuola secondaria OSPITALITÀ Rinnovare la didattica significa ripensare gli spazi scolastici, sviluppando quattro dimensioni:- il valore pedagogico dell’ambiente come soggetto che partecipa al progetto educativo- la vivibilità, il senso estetico, il comfort - la sicurezza, il benessere, la salute- l'ecologia e il rispetto dell'ambiente.Dunque, il valore dell’ospitalità si riferisce prima di tutto all’organizzazione degli ambienti, pensati e realizzati in modo che risultino accoglienti, ordinati, gradevoli, ricchi di materiali, curati anche esteticamente: a partire dalle aule fino a comprendere l’intero edificio scolastico (i diversi laboratori, le aule dedicate, la biblioteca, la palestra, i corridoi, ecc.) e gli spazi esterni (il cortile ed, eventualmente, lo spazio-orto).In particolare nell’aula, l’organizzazione dello spazio orizzontale prevede l’individuazione di aree distinte (tavoli, agorà, postazioni per i mini laboratori) che rendono possibile diversificare il lavoro scolastico, consentendo più attività in contemporanea, lo sviluppo dell’autonomia, l’esercizio della capacità di scelta, una molteplicità di pratiche condivise di gestione della classe.Differenziare e personalizzare l’attività didattica permette di tenere in effettiva considerazione, di “ospitare” appunto, la varietà delle intelligenze e degli stili cognitivi degli allievi, per dar vita ad una scuola davvero inclusiva perché progettata per tutti.RESPONSABILITÀSpazio e pedagogia si legano strettamente.Maria Montessori riteneva che la richiesta fondamentale dell’allievo all’insegnante fosse di aiutarlo a fare da solo.L’attività autentica è lavorare con problemi e situazioni reali, che attengono alla vita di tutti i giorni. Il rischio della scuola è quello di rappresentare un luogo di esercizio continuo, un ambiente di preparazione alla vita, senza concedere la responsabilità di cimentarsi con il mondo.Essere responsabili per diventare grandi significa sentire la voglia di esplorare la realtà, di farsi artefici del proprio destino, di intervenire sulle situazioni esterne alla scuola e sulle questioni reali da protagonisti.COMUNITÀIl concetto di Comunità si fonda sull’evidenza che l’apprendimento è un fenomeno sociale e avviene dentro relazioni significative. La cura della qualità di queste relazioni aiuta i comportamenti prosociali e collaborativi, che alimentano la condivisione e la negoziazione di significati.La comunità scolastica è contemporaneamente- comunità di apprendimento: in cui imparare significa attitudine, e non solo attività- comunità collegiale: orchestrata dalla condivisione della missione da parte dei suoi membri nell’ottica di un comune beneficio-comunità di cura: data da relazioni morali, in cui ognuno si impegna verso gli altri-comunità inclusiva: persone differenti orientate al rispetto reciproco-comunità di ricerca: che usa il problem solving e un costante approfondimento collettivo delle possibili soluzioni.La scuola diventa un sistema di relazioni. E il Sistema evolve verso una comunità di pratiche. Una comunità educante, nel continuo scambio di conoscenze tra docenti e allievi; l’apprendimento è “situato” e sociale

SCUOLA LIBERA TUTTI ...IL CAMMINO SI FA ANDANDO

ATTO DI INDIRIZZO DEL DIRIGENTE SCOLASTICO SCUOLA LIBERA TUTTI….IL CAMMINO SI FA ANDANDOSogniamo ogni bambino/a e ogni ragazzo/a perché cresca e maturi quelle competenze per lavita con l’aiuto della scuola, la SUA SCUOLA, una scuola che lo motivi ad apprendere e premi i suoi successiPer permettere che questo sogno si realizzi, che le idee e i valori si traducano in azioniconcrete, coerenti, continue è necessario SEGUIRE L’ALLIEVO.Ad INDICARCI LA STRADA è l’ ALLIEVO con i suoi interessi e le SUE DOMANDE in un DIALOGO CONTINUOL’INSEGNANTEPer far sì che le AZIONI diventino NORMALE QUOTIDIANO SAPORE del SAPEREl’INSEGNANTE deve essere LIBERO:LIBERO dal PROGRAMMA, il PROGRAMMA non esiste, esiste l’allievoLIBERO dal LIBRO di TESTO quando questo si trasforma in “programma” e perde il valore dirisorsa preziosa di informazioniLIBERO dalle ETICHETTE delle certificazioni e delle “ricette metodologiche”LIBERO dalla PROGRAMMAZIONE ANNUALE che assorbe l’allievoLIBERO di ESSERE SE STESSO INSIEME con I SUOI ALLIEVI seguendo PERCORSI DISCIPLINARIE INTERDISCIPLINARI coerenti, integrati e autenticientro la CORNICE dei TRAGUARDI delle INDICAZIONI NAZIONALI 2012-18 e LE COMPETENZE diCITTADINANZA EUROPEEL’AMBIENTE DI APPRENDIMENTOPreso atto che tutta la scuola insegna ed insegna anche con il “terzo insegnante” ,con lo spazio“elemento di qualità pedagogica” funzionaleal raggiungimento di obiettivi didattici, elemento portatore di valori e funzionale all’apprendimento;I ragazzi, i docenti e tutto il personale vogliamo appropriarci degli spazi educativi, li vogliamovivere, farli nostri, trasformarli da “non luoghi” ad ambienti significativi perl’apprendimento, dall’aula, all' aula all'aperto, alla scuola, al cortile, alla frazione, al quartiere , alla città alterritorio che diventa risorsa educanteIL SUCCESSO FORMATIVO E IL BENESSERE DI TUTTII bambini e i ragazzi i cittadini del futuro, loro sono i cittadini del nostro presente che abbiamoil dovere di far crescere insieme con le famiglie attraverso esperienze di vita reali;A garanzia dell’efficacia dei percorsi di insegnamento-apprendimento: i docenti varierannometodi di insegnamento per adeguarli a diversi stili di apprendimento, per ottimizzare tempi e risorse per l’efficacia dell’azione didattica.Non abbandoniamo la lezione tradizionale/frontale ma la utilizziamo quando serve, quando è più efficace, non abbandoniamo i compiti a casa ma li utilizziamo con buon senso perchè siano realmente utili all’apprendimento significativo.Il nostro PTOF è già il nostro Piano di Miglioramento ,Piano di Adozione delle innovazioni, Piano della Comunicazione, Piano di Sviluppo Digitale, econtinuerà ad integrare i diversi piani previsti dalle disposizioni vigenti e necessari perchè ci sia UN UNICO PROGETTO DI SCUOLA.Non ultimo il PIANO di INCLUSIONE che prioritariamente dà VALORE a TUTTA LA NOSTRA SCUOLA orientata in ogni sua azione a realizzare una SCUOLA LIBERA TUTTI perchè “Libera tutti” è proprio quel grido dei giochi d’infanzia che accoglie anche l’ultimo, chi è rimasto ancora nascosto e in disparte.

30 ore settimanalilunedì-venerdì 8.00-14.00

già dal 2020-21 e per gli anni a seguireorario curriculare 30 ore settimanali dal lunedì al venerdì 8.00-14.00nessuna permanenza a scuola in orario pomeridiano obbligatorio

ITALIANO -STORIA-GEOGRAFIA 9 ORE approfondimento 1 oraMATEMATICA E SCIENZE 6 ORE LINGUA INGLESE 3 ORE FRANCESE 2 ORE ARTE-MUSICA ED FISICA TECNOLOGIA 2 ORE IRC 1 ORA

orario settimanale delle discipline di insegnamento della scuola secondaria italiana

successo formativo

ORARIO CURRICULARE

motivazione ad apprendere

comodato d'uso libri e tablet

Libri di testoLe famiglie possono fare richiesta per libri di testo in comodato d'uso gratuitoI libri di testo acquistati nell'anno 2020-21 in comodato d'uso agli allievi delle classi I , restituiti al termine dell'anno scolastico possono essere forniti agli allievi delle future classi primeTableta richiesta delle famiglie la scuola fornisce i tablet in comodato d'uso gratuito per facilitare la didattica digitale integrata

UN ISTITUTO SCOLASTICO, il nostro, che COMPRENDE 7 scuole in 5 frazioni della città di Acireale. Un Istituto che da 7 anni segue un percorso di miglioramento grazie alle innovazioni e agli stimoli culturali delle reti di appartenenza: Avanguardie Educative e Piccole Scuole di INDIRE, Senza Zaino Per una scuola comunità, Scuole all’aperto, un percorso sempre più centrato su routine didattiche con l’uso flessibile dello spazio interno ed esterno.Tutte le innovazioni e i processi sottesi sono coerenti nel raggiungere i fattori critici di successo: motivazione ad apprendere, apprendimento efficace, inclusione, collaborazione, cooperazione, partecipazione e cittadinanza attivaRELAZIONE TRA IDEE INNOVATIVE-INDICE DI COERENZA SUCCESSO FORMATIVO- BENESSERE - PREVENZIONE DISPERSIONE E INCLUSIVITA´ DELLA SCUOLAFase di “PLAN” - PIANIFICAZIONE è essa stessa “DO”-L’AZIONE: IL CAMMINO SI FA ANDANDO restituendo libertà di insegnare e di apprendere dentro e fuori le mura della aule scolastiche.Un curricolo verticale interdisciplinare centrato sulla didattica esperienziale all'aperto, il fuori: cortile, giardino e orto della scuola, il territorio urbano e suburbano , regionale per la scuola primaria e anche nazionale e internazionale per la scuola secondaria.Le innovazioni avviate dal 2015-16 : Aule Laboratorio Disciplinari, riduzione orario e laboratori opzionali, Senza Zaino,Scuola all'aperto, Piccole Scuole devono essere integrate per liberare la scuola anche da eventuali rischi di conformità ai "modelli" a dispetto della autenticità e dell'allievo*Con l’Emergenza Covid 19 l’interruzione della scuola in presenza dal marzo 2019 a settembre 2020 e con la Ripresa da Ottobre 2020 i nuovi limiti di distanziamento hanno portato il Collegio ad una profonda riflessione su Tempi spazi e relazioni in particolare sudisposizione banchi - fruizione degli spazi - organizzazione dei tempiNon trova continuità la pratica di AE Indire centrata su Aule laboratorio disciplinari e la riduzione dell’ora di lezione a 55’ con restituzione in una permanenza pomeridiana per laboratori opzionali curriculari per l'orientamento

conoscenzeabilità atteggiamento

Competenze disciplinari

I.C. GIOVANNI XXIII ACIREALE A.S. 2021-22 secondaria

ORARIO extra CURRICULARE

Con i progetti extracurriculari si continua la differenziazione e la personalizzazione del percorso formativo che negli anni precedenti si svolgeva con i laboratori curriculari pomeridianiA.s. 2021-22 PON già autorizzatiCittadinanza digitaleE-twinning gemellaggi con scuole europee su cultura siciliana Lingua Inglese ( mito di Aci e Galatea) e Lingua Francese ( Carlo Magno I Paladini di Francia)Fa La Musica avvio alla educazione musicale nella scuola secondariaeprogetto Continuità da Maggio 2021 con attività di educazione fisica per alunni iscritti alla futura classe primaDal 2022-23Progetto L'Ora di Lezione Non basta In rete con 15 scuole italiane e Associazione Senza Zainoprogetti pomeridiani di sport, arte e ceramica, studio e promozione dl territorio , falegnameria /tecnologiaaltri progetti PON secondo i bisogni formativi degli allievi

educazione civica INTEGRATA

come

AULE per la classe eAULE per laboratoroes. : aula ARTEaula TECNOLOGIA

DOVE

quando

pensiero critico riflessivo e creativo

studio individuale-di coppia -di gruppo

apprendimento per problemi-laboratoriale-esperienziale

TERRITORIOcome ambiente di apprendimento

AMBIENTI DI APPRENDIMENTOSpazi e arredi flessibili perchè funzionali

trasversale in orario curriculare disciplinare

Costituzione:La Scuola è aperta a tutti

Sostenibilità ambientale

Cittadinanza digitale

comprendono -praticano VALORI

RESPONSABILITA' OSPITALITA'COMUNITA'

SCUOLA LIBERA TUTTI ...IL CAMMINO SI FA ANDANDO

ATTO DI INDIRIZZO DEL DIRIGENTE SCOLASTICO SCUOLA LIBERA TUTTI….IL CAMMINO SI FA ANDANDOSogniamo ogni bambino/a e ogni ragazzo/a perché cresca e maturi quelle competenze per lavita con l’aiuto della scuola, la SUA SCUOLA, una scuola che lo motivi ad apprendere e premi i suoi successiPer permettere che questo sogno si realizzi, che le idee e i valori si traducano in azioniconcrete, coerenti, continue è necessario SEGUIRE L’ALLIEVO.Ad INDICARCI LA STRADA è l’ ALLIEVO con i suoi interessi e le SUE DOMANDE in un DIALOGO CONTINUOL’INSEGNANTEPer far sì che le AZIONI diventino NORMALE QUOTIDIANO SAPORE del SAPEREl’INSEGNANTE deve essere LIBERO:LIBERO dal PROGRAMMA, il PROGRAMMA non esiste, esiste l’allievoLIBERO dal LIBRO di TESTO quando questo si trasforma in “programma” e perde il valore dirisorsa preziosa di informazioniLIBERO dalle ETICHETTE delle certificazioni e delle “ricette metodologiche”LIBERO dalla PROGRAMMAZIONE ANNUALE che assorbe l’allievoLIBERO di ESSERE SE STESSO INSIEME con I SUOI ALLIEVI seguendo PERCORSI DISCIPLINARIE INTERDISCIPLINARI coerenti, integrati e autenticientro la CORNICE dei TRAGUARDI delle INDICAZIONI NAZIONALI 2012-18 e LE COMPETENZE diCITTADINANZA EUROPEEL’AMBIENTE DI APPRENDIMENTOPreso atto che tutta la scuola insegna ed insegna anche con il “terzo insegnante” ,con lo spazio“elemento di qualità pedagogica” funzionaleal raggiungimento di obiettivi didattici, elemento portatore di valori e funzionale all’apprendimento;I ragazzi, i docenti e tutto il personale vogliamo appropriarci degli spazi educativi, li vogliamovivere, farli nostri, trasformarli da “non luoghi” ad ambienti significativi perl’apprendimento, dall’aula, all' aula all'aperto, alla scuola, al cortile, alla frazione, al quartiere , alla città alterritorio che diventa risorsa educanteIL SUCCESSO FORMATIVO E IL BENESSERE DI TUTTII bambini e i ragazzi i cittadini del futuro, loro sono i cittadini del nostro presente che abbiamoil dovere di far crescere insieme con le famiglie attraverso esperienze di vita reali;A garanzia dell’efficacia dei percorsi di insegnamento-apprendimento: i docenti varierannometodi di insegnamento per adeguarli a diversi stili di apprendimento, per ottimizzare tempi e risorse per l’efficacia dell’azione didattica.Non abbandoniamo la lezione tradizionale/frontale ma la utilizziamo quando serve, quando è più efficace, non abbandoniamo i compiti a casa ma li utilizziamo con buon senso perchè siano realmente utili all’apprendimento significativo.Il nostro PTOF è già il nostro Piano di Miglioramento ,Piano di Adozione delle innovazioni, Piano della Comunicazione, Piano di Sviluppo Digitale, econtinuerà ad integrare i diversi piani previsti dalle disposizioni vigenti e necessari perchè ci sia UN UNICO PROGETTO DI SCUOLA.Non ultimo il PIANO di INCLUSIONE che prioritariamente dà VALORE a TUTTA LA NOSTRA SCUOLA orientata in ogni sua azione a realizzare una SCUOLA LIBERA TUTTI perchè “Libera tutti” è proprio quel grido dei giochi d’infanzia che accoglie anche l’ultimo, chi è rimasto ancora nascosto e in disparte.

progetti pomeridiani a scelta delle famiglie

Con i progetti extracurriculari si continua la differenziazione e la personalizzazione del percorso formativo che negli anni precedenti si svolgeva con i laboratori curriculari pomeridianiA.s. 2021-22 PON già autorizzatiCittadinanza digitaleE-twinning gemellaggi con scuole europee su cultura siciliana Lingua Inglese ( mito di Aci e Galatea) e Lingua Francese ( Carlo Magno I Paladini di Francia)Fa La Musica avvio alla educazione musicale nella scuola secondariaeprogetto Continuità da Maggio 2021 con attività di educazione fisica per alunni iscritti alla futura classe primaDal 2022-23Progetto L'Ora di Lezione Non basta In rete con 15 scuole italiane e Associazione Senza Zainoprogetti pomeridiani di sport, arte e ceramica, studio e promozione dl territorio , falegnameria /tecnologia altri progetti PON secondo i bisogni formativi degli allievi

PON MUSICAclassi 5^della scuola primaria e in continuità secondaria

PON CITTADINANZA DIGITALE LINGUE STRANIEREEtwinning IngleseFrancese

ED. FISICA PROGETTO CONTINUITA 5^

successo formativo

motivazione ad apprendere

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetuer adipiscing elit, sed diam nonummy nibh euismod tincidunt ut laoreet dolore magna aliquam erat volutpat.

I.C. GIOVANNI XXIII ACIREALE A.S. 2021-22 secondaria

come

quando

SCUOLA LIBERA TUTTI ...IL CAMMINO SI FA ANDANDO

ATTO DI INDIRIZZO DEL DIRIGENTE SCOLASTICO SCUOLA LIBERA TUTTI….IL CAMMINO SI FA ANDANDOSogniamo ogni bambino/a e ogni ragazzo/a perché cresca e maturi quelle competenze per lavita con l’aiuto della scuola, la SUA SCUOLA, una scuola che lo motivi ad apprendere e premi i suoi successiPer permettere che questo sogno si realizzi, che le idee e i valori si traducano in azioniconcrete, coerenti, continue è necessario SEGUIRE L’ALLIEVO.Ad INDICARCI LA STRADA è l’ ALLIEVO con i suoi interessi e le SUE DOMANDE in un DIALOGO CONTINUOL’INSEGNANTEPer far sì che le AZIONI diventino NORMALE QUOTIDIANO SAPORE del SAPEREl’INSEGNANTE deve essere LIBERO:LIBERO dal PROGRAMMA, il PROGRAMMA non esiste, esiste l’allievoLIBERO dal LIBRO di TESTO quando questo si trasforma in “programma” e perde il valore dirisorsa preziosa di informazioniLIBERO dalle ETICHETTE delle certificazioni e delle “ricette metodologiche”LIBERO dalla PROGRAMMAZIONE ANNUALE che assorbe l’allievoLIBERO di ESSERE SE STESSO INSIEME con I SUOI ALLIEVI seguendo PERCORSI DISCIPLINARIE INTERDISCIPLINARI coerenti, integrati e autenticientro la CORNICE dei TRAGUARDI delle INDICAZIONI NAZIONALI 2012-18 e LE COMPETENZE diCITTADINANZA EUROPEEL’AMBIENTE DI APPRENDIMENTOPreso atto che tutta la scuola insegna ed insegna anche con il “terzo insegnante” ,con lo spazio“elemento di qualità pedagogica” funzionaleal raggiungimento di obiettivi didattici, elemento portatore di valori e funzionale all’apprendimento;I ragazzi, i docenti e tutto il personale vogliamo appropriarci degli spazi educativi, li vogliamovivere, farli nostri, trasformarli da “non luoghi” ad ambienti significativi perl’apprendimento, dall’aula, all' aula all'aperto, alla scuola, al cortile, alla frazione, al quartiere , alla città alterritorio che diventa risorsa educanteIL SUCCESSO FORMATIVO E IL BENESSERE DI TUTTII bambini e i ragazzi i cittadini del futuro, loro sono i cittadini del nostro presente che abbiamoil dovere di far crescere insieme con le famiglie attraverso esperienze di vita reali;A garanzia dell’efficacia dei percorsi di insegnamento-apprendimento: i docenti varierannometodi di insegnamento per adeguarli a diversi stili di apprendimento, per ottimizzare tempi e risorse per l’efficacia dell’azione didattica.Non abbandoniamo la lezione tradizionale/frontale ma la utilizziamo quando serve, quando è più efficace, non abbandoniamo i compiti a casa ma li utilizziamo con buon senso perchè siano realmente utili all’apprendimento significativo.Il nostro PTOF è già il nostro Piano di Miglioramento ,Piano di Adozione delle innovazioni, Piano della Comunicazione, Piano di Sviluppo Digitale, econtinuerà ad integrare i diversi piani previsti dalle disposizioni vigenti e necessari perchè ci sia UN UNICO PROGETTO DI SCUOLA.Non ultimo il PIANO di INCLUSIONE che prioritariamente dà VALORE a TUTTA LA NOSTRA SCUOLA orientata in ogni sua azione a realizzare una SCUOLA LIBERA TUTTI perchè “Libera tutti” è proprio quel grido dei giochi d’infanzia che accoglie anche l’ultimo, chi è rimasto ancora nascosto e in disparte.

CRITERI DI PRECEDENZA

DOVe

ISCRIZIONI A.S. 2021-22

Onlinehttps://www.istruzione.it/iscrizionionline/

Help Segreteriain aula verrà consegnato un modulo da restituire compilato e firmato ai docenti per la consegna in Segreteria

il modulo cartaceo riporta i dati essenziali necessari per l'iscrizione e fa riferimento alla versione integrale pubblicata per le iscrizioni online

MODULO INTEGRALE SECONDARIAlink al modulo online

continuità : alunni che provengono da scuole dell’Istituto, alunni che hanno familiari frequentanti la scuolaprossimità : alunni con domicilio o lavoro dei familiari nell’area di pertinenza della scuola scelta

04 Gennaio 2021 Apertura iscrizioni dalle ore 08:0025 Gennaio 2021 Chiusura iscrizioni alle ore 20:00

CODICE MECCANOGRAFICO SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADOPer tutti gli alunni uscenti da classe 5^ o da istruzione parentale/struttura privata/parificataVIA FIRENZE CTMM81901B riservata alla 5D classe Piano d'Api (specificare nella Nota)

DIARIO TIENIMI D'OCCHIO e Assicurazione

TIENIMI D'OCCHIOLa scuola provvede all'acquisto del libretto delle giustificazioniintegrato nel Diario di scuola e all'assicurazioneLa famiglia provvederà al versamento corrispondenteDa 7 anni la scuola sceglie di adottare il Diario Tienimi D'Occhio che integra il libretto delle giustificazioni, la sintesi del Piano dell'Offerta Formativa della scuolaIl Diario è un prodotto editoriale con contenuti culturali originali elaborati ogni anno da una Redazione composta da tre giornalisti e due scrittori. Ecco perché ogni giorno sono presenti sul diario riflessioni, citazioni e curiosità sul tema dell’anno.ogni anno un tema diverso es. il gioco, la natura, l'acqua, il lavoro, l'alimentazione, le costruzioni ...Il tema per l'a.s. 2021-22 sarà la Storia