Want to make creations as awesome as this one?

Transcript

“Ciò che il bambino apprende deve essere interessante, deve affascinarlo: bisogna offrirgli cose grandiose: per cominciare, offriamogli il Mondo”.

Maria Montessori

L’educazione cosmica ha lo scopo di educare il bambino a realizzare e a soddisfare curiosità di ogni specie, che nascono in lui quando comincia a prendere coscienza delle cose che lo circondano e a desiderare di conoscere le cause e gli effetti, ossia quando la mente sente il bisogno di penetrare nelle cose create.

.

La libera scelta

La libertà di cui parla Montessori non è da intendere come assenza di regole, ma come creatività, operatività, progettualità e libertà di espressione dentro la regola.

I materiali di sviluppo, ad esempio, non sono scelti in modo casuale dai bambini, ma è la maestra che presenta ora l’uno ora l’altro materiale, secondo l’età del bambino e secondo la progressione sistematica degli oggetti.

Il bambino, poi, liberamente, sceglierà fra gli oggetti che gli sono stati presentati, rispondendo a un suo intimo bisogno interiore. L’interesse verso il materiale porterà con sé una maggiore concentrazione e il bambino finirà per immergersi completamente nell’esercizio, ripetendolo quante volte lo riterrà necessario. La concentrazione, come hanno confermato le neuroscienze, è precondizione fondamentale affinché possa esserci un reale apprendimento.

L’ambiente preparato

Il termine "ambiente preparato" è tipico del metodo Montessori, significa un ambiente organizzato con cura e a misura di bambino, tanto importante da essere posto al centro del metodo ed essere definito come il vero educatore del bambino.

Le classi Montessoriane sono ambienti studiati e scientificamente programmati dove nulla è lasciato al caso:

  • gli arredi sono pensati e studiati tenendo conto dell’età dei bambini e della loro corporatura, in modo tale da sviluppare una sempre maggior autonomia e indipendenza;
  • lo spazio è organizzato per aree (matematica, italiano, botanica …) affinché i bambini sappiano con chiarezza dove andare a reperire il materiale;
  • l’aula è predisposta in modo tale da lasciare una maggior possibilità di movimento.


Il materiale di sviluppo
L’uso ripetuto di questi materiali costituisce la componente più importante di una scuola Montessori per attuare l’ autoeducazione, in quanto consentono il lavoro individuale, la concentrazione, i processi di astrazione e di generalizzazione, con i quali ogni bambino, senza l’intervento diretto dell’ insegnante, elabora e costruisce la sua visione del mondo e della cultura.



Educazione Cosmica
L'educazione cosmica ha lo scopo di educare il bambino a realizzare e soddisfare curiosità di ogni specie, che nascono in lui quando comincia a prendere coscienza delle cose che lo circondano e a desiderare di conoscere le cause e gli effetti. Tutte le esperienze che consentono al bambino di vivere la natura sono finalizzate ad accrescere il sentimento della natura come attenzione, rispetto, curiosità verso ciò che vive attorno a lui. Questo è il primo passo verso la comprensione del "concetto interdipendenza": ogni cosa è strettamente collegata e ogni particolare diventa interessante per il fatto di essere collegato agli altri.




Indicazioni nazionali per il curricolo della scuola dell'infanzia e del primo ciclo di istruzione

Nel paragrafa " Per un nuovo umanesimo" il documento parla di relazione fra il microcosmo personale e il macrocosmo dell'umanità e del pianeta in un duplice senso. L'uno influenza l'altro. La scuola deve educare a questa consapevolezza e a questa responsabilità i bambini e gli adolescenti, in tutte le fasi della loro formazione.
E' necessaria una nuova alleanza fra scienze, storia, discipline umanistiche, arti e tecnologia.
E' necesario

" insegnare a ricomporre i grandi oggetti della conoscenza ... in una prospettiva complessa, volta cioè a superare la frammentazione delle discipline e a integrarle in nuovi quadri d'insieme"