Want to make creations as awesome as this one?

No description

Transcript

IIS "Carafa-Giustiniani"\

INCLUSIONE

INTERCULTURA

SPORTELLO PSICOLOGICOD'ASCOLTO

PROGETTI IN RETE E PON

LAVORI TEMATICI

BENESSERE ESALUTE

LABORATORI POLIVALENTIPCTOORIENTAMENTO

SPORTELLO BES ACCOGLIENZA, CONSULENZA E SUPPORTO PER FAMIGLIE ALUNNI CON BES (ALUNNI CON DISABILITÀ, CON DSA, CON ALTRI BES, ALUNNI STRANIERI)

ORIENTAMENTO

PRENOTAZIONI CONSULENZE PER ISCRIZIONEsegreteriainclusionecarafa@gmail.com

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetuer adipiscing elit, sed diam nonummy nibh euismod tincidunt ut laoreet dolore magna aliquam erat volutpat.

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetuer adipiscing elit, sed diam nonummy nibh euismod tincidunt ut laoreet dolore magna aliquam erat volutpat.

PROMOZIONE SALUTEL’ I.I.S. “Carafa-Giustiniani”, nell’ambito dell’Educazione alla Salute,partecipain collaborazione con la Asl diBenevento a numerosi programmi di prevenzione:-Unplugged” prevenzione dell’uso di tabacco, alcool e sostanze d’abuso- Donazione degli organi

Dall'analisi dei dati dell'ultimo triennio si deduce che l’IIS Carafa-Giustiniani si contraddistingue per la valorizzazione e la gestione delle azioni a favore dell’inclusione.L’intera comunità scolastica si impegna a contribuire all’innalzamento del livello di inclusività dell’Istituto, attivando una rete di collaborazione tra le figure facenti parte della governance interna ed esterna, enti, territorio e famiglie.

La presenza nell'istituto degli studenti stranieri è numericamente esigua, ma anche per loro si opera nell'ottica inclusiva dando ampio rilievo ai temi interculturali. La scuola riserva attenzione ad ogni studente e si impegna a sviluppare in essi la consapevolezza delle identità multiple e l'acquisizione di una identità collettiva che prescinde dalle differenze individuali e culturali etniche, religiose ed ha come valori universali la giustizia, l'uguaglianza e la dignità e il rispetto. La scuola realizza attività su temi interculturali e/o sulla valorizzazione delle diversità, anche attraverso la partecipazione ai progetti internazionali extracurricolariErasmus Plus e E-twinning.PROGETTO "COME GIGLI NEI CAMPI"ADOZIONI:

L'Istituto, composto da vari indirizzi, presta particolare attenzione a quegli alunni, che per vari motivi, anche temporanei, non rispondono in maniera attesa alla programmazione della classe e richiedono, quindi una forma di aiuto aggiuntivo.Per tali alunni l'Istituto provvede, in modo dettagliato e attento, ad attuare tutte le prassi e procedure previste dalla normativa vigente, progettando ed attuando percorsi di apprendimento condivisi in una dimensione inclusiva vera e partecipata.L'IIS "Carafa-Giustiniani" si impegna per attuare una didattica attenta ai bisogni di ciascuno nel realizzare gli obiettivi comuni, le linee guida per un concreto impegno programmatico per l’inclusione da perseguire nel senso della trasversalità delle prassi di inclusione negli ambiti dell’insegnamento curricolare, della gestione delle classi, dell’organizzazione dei tempi e degli spazi scolastici, delle relazioni tra docenti, alunni e famiglie, dei rapporti col territorio.

IIS "Carafa-Giustiniani" scuola promotrice di benessere

Molte sono le attività di sensibilizzazione che l’Istituzione scolastica attua mediante l’organizzazione di giornate, attività, convegni, PON, programmi dedicati ad eventi speciali inerenti alle tematiche inclusive e al benessere psico-fisico dei propri alunni, ricevendo anche riconoscimenti ufficiali dagli Enti promotori.Molti sono progetti didattico-educativi a prevalente tematica inclusiva , che prevedono la partecipazione attiva degli alunni con BES e delle loro famiglie con enti esterni all’Istituzione Scolastica (CTS, Icare, ASL BN, Caritas, Unisannio, Cooperative)MOLTI I PROGETTI CON FINALITA' INCLUSIVA:PFP – Progetti Formativi Personalizzati con Budget Educativi Progetto nazionale, rivolto alle organizzazioni del Terzo Settore e al mondo della scuola, del bando Adolescenza dell'Impresa Sociale "Con I Bambini", in partenariatoProgetto: “A PICCOLI PASSI” “SCUOLA DI COMUNITÀ” Obiettivo specifico 6 (R.A. 9.1) – AZIONE 9.1.2.Obiettivo specifico 11 (R.A. 9.6) – AZIONE 9.6.5.-P.O.R. CAMPANIA FSE 2014-2020(DGR n. 73 del 14/02/2017 - DGR n. 109 del 28/02/2017)Progetto RAPID -UNISANNIO- per il recupero delle competenze di base con particolare attenzione agli alunni con BES ed agli alunni più fragili per favorire il successo della persona nel rispetto della propria individualità/identitàMonitor 4.40 per l’innovazione tecnologica al servizio della disabilitàFSE - Progetti di inclusione sociale e integrazione; assistenza ai minori in condizioni di disagio con interventi formativi atti a potenziare le competenze dei docenti disciplinari e specializzati sul sostegno e a riconoscere e superare le numerose forme di disagio presenti nella popolazione scolastica, avvalendosi della collaborazione delle famiglie e degli enti del territorio

ORIENTAMENTO IN INGRESSOa cura delle referenti dell'Area Inclusione che saranno presenti durante gli OPEN-DAY dell' Istitutoe-mail: segreteriainclusionecarafa@gmail.com

Attuare una didattica inclusiva significa riservare attenzione ad ogni studente, non solo se portatore di situazioni speciali che richiedono l'elaborazione dipiani individualizzati o personalizzati, ma anche impegnarsi a riconoscerne, sostenere e accompagnare le peculiarità di ogni studente, consentendogli di sentirsi accolto, di esprimersi al meglio delle proprie possibilità, di sentirsi parte di una comunità aperta, solidale, culturalmente stimolante.

SPORTELLO D'ASCOLTO

SPORTELLO D'ASCOLTO PSICOLOGICOLo sportello, nell’ambito dell’offerta formativa della scuola, è finalizzato prioritariamente a fornire ad alunni, famiglie e docenti un servizio di ascolto, supporto e consulenza in questo momento di forte stress emotivo, per offrire suggerimenti psicologicipratici, atti ad affrontare e superare preoccupazioni, paure e incertezze, connesse all'emergenza Coronavirus e per prevenire e supportare soprattutto gli alunni nelle situazioni di disagio emotivo, problematiche psicologiche/educative e cognitivo /comportamentali.

La presenza di vari gruppi di lavoro per l’inclusione che collaborano tra loro (GLI, GLO, GOSP, Dipartimento Inclusione, Funzione Strumentale sull’area specifica, Referente per l’Intercultura) unito all'uso delle nuove TIC, permette di avere una scuola più inclusiva anche rispetto alla DDI, nell’ottica di un reale e concreto beneficio in termini di efficacia per un apprendimento consapevole e responsabile ed uno sviluppo armonico personale e sociale di tutti gli alunni.Durante le lezioni nel lavoro d’aula e nei laboratori sono utilizzate moltemetodologie, che suscitano interesse e accendono motivazione negli alunni stimolando processi di apprendimento attivi, autonomi e metacognitivi, tra le quali: cooperative learning, tutoring e peer tutoring, flipped classroom, problem solving, debate, role playing, studio di caso, compiti di realtà, learning by doing.La scuola adotta didattica e metodologie inclusive al fine di:sviluppare un clima positivo di benessere nella classe, promuovendo l'ascolto, il dialogo, i rapporti di collaborazione e cooperazione;costruire percorsi di studio partecipati, contestualizzati personalizzati e significativi;favorire la ricerca, la scoperta, le attività progettuali e creative.

ORIENTAMENTO IN INGRESSO: rete di scopo “A passport to global citizenship” con gli Istituti Comprensivi limitrofiORIENTAMENTO IN USCITA: formativo e lavorativo , la scuola finalizza le attività di PCTO mirando al reale e positivo inserimento sociale e lavorativo specifici per alunni con BES

GIORNATACONTRO LA VIOLENZA DELLE DONNE