Want to make creations as awesome as this one?

Transcript

Alcune eccellenze storiche del mondo scientifico

Dobbiamo molto a loro ...

Rita Levi-Montalcini

(Immagini Google)


Carta d’identità

Luogo e data di nascita: 22 aprile 1909 a Torino

Luogo e data di morte: 30 dicembre 2012 a Roma

Professione: Neurobiologa, ricercatrice

Titolo di studio: laurea in medicina e chirurgia

Premi: premio Nobel per la medicina

Nata in una famiglia ebrea, figlia di Adamo Levi, ingegnere elettrotecnico e matematico, e della pittrice Adele Montalcini, e sorella di Gino, scultore e architetto noto negli anni trenta, e Anna, nel 1909 Rita nacque insieme alla sorella gemella Paola, nota pittrice.

Rita Levi-Montalcini è stata una neurologa e senatrice italiana.

All'età di vent'anni entrò nella scuola medica dell'istologo Giuseppe Levi, dove cominciò gli studi sul sistema nervoso che avrebbe proseguito per tutta la vita. Ebbe come compagni universitari due futuri premi Nobel, Salvador Luria e Renato Dulbecco.

Nel 1936 il rettore dell'università di Torino le conferì la laurea in medicina e chirurgia con 110 e lode.

A seguito, nel 1938, a causa delle leggi razziali fu costretta ad emigrare in Belgio.

Ma nel 1940, prima dell’invasione contro il Belgio, tornò a Torino dove allestì un laboratorio casalingo per proseguire le sue ricerche.

Nel 1943 il fratello decise di emigrare al sud con tutta la famiglia, ma si fermarono a Firenze ospitati dalla famiglia Mori, la cui figlia, pittrice, era amica di Paola.

Le sue ricerche la portano alla scoperta all’identificazione del fattore di accrescimento della fibra nervosa, NGF, scoperta per la quale ha ricevuto il premio Nobel per la medicina nel 1986.

Struttura del fattore di crescita nervoso

Ricevendo altri titoli è stata la prima donna ad essere ammessa nella Pontificia Accademia delle Scienze.

Pontificia Accademia delle Scienze

Il 1° agosto 2001 è stata nominata senatrice a vita per aver illustraritato la patria nel campo scientifico e sociale.

È stata socia nazionale dell’Accademia dei Lincei per la classe delle scienze fisiche.

Accademia dei Lincei



Nato a Londra il 23 giugno 1912 e morto Wilmslow, 7 giugno 1954

E’ stato un matematico, logico e crittografo britannico, considerato uno dei padri dell'informatica e uno dei più grandi matematici del XX secolo.

Fu anche uno dei più brillanti crittoanalisti che operavano in Inghilterra, durante la seconda guerra mondiale, per decifrare i messaggi scambiati da diplomatici e militari delle Potenze dell'Asse. Turing lavorò infatti a Bletchley Park, il principale centro di crittoanalisi del Regno Unito, dove ideò una serie di tecniche per violare i cifrari tedeschi, incluso il metodo della Bomba, una macchina elettromeccanica in grado di decodificare codici creati mediante la macchina Enigma.

Il 31 marzo 1952 Alan Turing fu arrestato per omosessualità, condannato, e costretto a scegliere tra due anni di carcere o la castrazione chimica tramite assunzione di estrogeni. Lo scienziato per non finire in prigione scelse la seconda. Morì ingerendo una mela avvelenata con cianuro di potassio. Si dice che la Apple avesse utilizzato come simbolo la mela morsa per rendere onore ad Alan Turing.

Il 10 settembre 2009, a 55 anni dal suicidio, vi è stata una dichiarazione di scuse ufficiali da parte del governo del Regno Unito, formulata dal primo ministro Gordon Brown

Nel 2014 si è voluto ricordare Alan Turing con la creazione di un film di Morten Tyldum intitolato “The Imitation Game”: in cui si parla di Alan Turing e di come abbia inventato la macchina per decifrare Enigma, la macchina usata dai tedeschi per decifrare i codici.

Nel film viene citata una frase che rappresenta Alan Turing: “A volte sono le persone che nessuno immagina possano fare certe cose, che fanno cose che nessuno immagina” e ciò è stato citato per far notare che nessuno pensava che Alan Turing, rappresentato nel film come un bambino preso in giro da tutti, diventasse l’uomo che aiutò gli alleati a vincere la guerra.


Luogo e data di nascita: 25 luglio 1920, Notting Hill, Londra, Regno Unito.

Vita: È stata una biofisica e cristallografa a raggi X.

Scoperte scientifiche

Contribuì alla scoperta della struttura molecolare del DNA.

Franklin è meglio conosciuta per le sue immagini di diffrazione a raggi X del DNA che ha portato alla scoperta della sua doppia elica.

I suoi dati, secondo alcuni studiosi, sono stati fondamentali per formulare l'ipotesi di Crick e Watson nel 1953 riguardante la struttura del DNA

Morte: morì il 16 Aprile 1958,per un cancro alle ovaie, all’età di 37 anni, forse a causa delle eccessive esposizione ai raggi X

Visione religiosa ... la scienza e la vita quotidiana non possono e non dovrebbero essere separate. Per me la scienza fornisce una parziale spiegazione della vita. Per quanto è possibile, la scienza è basata sui fatti, sull’esperienza e la sperimentazione… Sono d’accordo che la fede sia essenziale per riuscire nella vita… Dal mio punto di vista, la fede sta nella convinzione che, facendo del nostro meglio, ci avvicineremo di più all’obiettivo e che l’obiettivo (il miglioramento di tutto il genere umano, presente e futuro) sia un bene degno di essere perseguito.”




JAMES DEWEY WATSON


Nacque a Chicago il 6 aprile 1928

Vita

All’età di 10 anni partecipò al Quiz Kind (quiz radiofonico per bambini prodigio).

Studiò a: University of Chicago; e all’ Indiana University. Ebbe una laurea ed un dottorato in Zoologia.

Quando divenne adulto si sposò con Elizabeth Lewis con la quale ebbe 2 figli.

Qualche tempo dopo che vinse il premio Nobel lo scienziato dichiarò alcune frasi razziste nei dicendo che i bianchi erano più intelligenti dei neri che avevano un basso quoziente intellettivo; dopo questa affermazione si trovò senza soldi perchè nessuno gli voleva più dare ascolto.

Visione religiosa

Nacque da madre cattolica, lui fece la prima comunione e la cresima. Dopo aver finito i sacramenti decise di andare a guardare gli uccelli con il padre ateo. Lui è, quindi,cattolico ma si reputa ateo.

Scoperte scientifiche

Nel 1953 all’età di 86 anni scoprì la struttura a doppia elica della molecola del DNA. Questa scoperta non la fece solo, infatti, scoprì questa struttura insieme al collega Francis Crick. Grazie a questa scoperta lui ed il suo collaboratore ,nel 1962, vinsero il premio Nobel per la medicina.

Inoltre lo scienziato scoprì la struttura molecolare degli acidi nucleici.

Frase celebre

„La cosa più fortunata che mi è capitata fu che mio padre non credeva in Dio, e così non ha avuto blocchi per via dell'anima. Io vedo noi stessi come il risultato dell'evoluzione, cosa che è di per sé un gran mistero.“

Questa frase celebre di Watson ci fa capire che lui “rinnegava” la sua religione perchè voleva basarsi su prove concrete che gli forniva la scienza: lui credeva in tutto ciò che si poteva dimostrare.




JAMES DEWEY WATSON


Nacque a Chicago il 6 aprile 1928

Vita

All’età di 10 anni partecipò al Quiz Kind (quiz radiofonico per bambini prodigio).

Studiò a: University of Chicago; e all’ Indiana University. Ebbe una laurea ed un dottorato in Zoologia.

Quando divenne adulto si sposò con Elizabeth Lewis con la quale ebbe 2 figli.

Qualche tempo dopo che vinse il premio Nobel lo scienziato dichiarò alcune frasi razziste nei dicendo che i bianchi erano più intelligenti dei neri che avevano un basso quoziente intellettivo; dopo questa affermazione si trovò senza soldi perchè nessuno gli voleva più dare ascolto.

Visione religiosa

Nacque da madre cattolica, lui fece la prima comunione e la cresima. Dopo aver finito i sacramenti decise di andare a guardare gli uccelli con il padre ateo. Lui è, quindi,cattolico ma si reputa ateo.

Scoperte scientifiche

Nel 1953 all’età di 86 anni scoprì la struttura a doppia elica della molecola del DNA. Questa scoperta non la fece solo, infatti, scoprì questa struttura insieme al collega Francis Crick. Grazie a questa scoperta lui ed il suo collaboratore ,nel 1962, vinsero il premio Nobel per la medicina.

Inoltre lo scienziato scoprì la struttura molecolare degli acidi nucleici.

Frase celebre

„La cosa più fortunata che mi è capitata fu che mio padre non credeva in Dio, e così non ha avuto blocchi per via dell'anima. Io vedo noi stessi come il risultato dell'evoluzione, cosa che è di per sé un gran mistero.“

Questa frase celebre di Watson ci fa capire che lui “rinnegava” la sua religione perchè voleva basarsi su prove concrete che gli forniva la scienza: lui credeva in tutto ciò che si poteva dimostrare.


Nome: Francis Harry Cognome: Compton Crick

Luogo e data di nascita: 8 giugno 1916 a Northampton Luogo e data di morte: 2004 San Diego

Vita:

Nel 1930 Crick vinse una borsa di studio della Grammar School di Northampton per frequentare il college di Mill Hill, dove non ebbe particolari soddisfazioni.

Nel 1934 , frequentò l’University College di Londra per studiare fisica e si laurò 3 anni dopo ottenendo una laurea di serie b. Nel 1947 venne offerto a Crick un posto nel Strangeways,Cambridge da Honor Feel . Dove poi nel 1951 poi Crick incontrerà Watson.

Visione religiosa:

Fin da giovane Crick era ateo a causa della forte passione per la scienza.

Professione:

Nel 1951 Watson e Crick crearono il primo modello di DNA, una struttura a tre catene . Però il progetto venne criticato e quindi venne chiesto loro di abbandonarlo.

Il 7 marzo del 1953 Watson e Crick realizzarono un altro modello di DNA , il quale prevedeva una struttura a doppia elica con catene antiparallele.


Nel dicembre 1956 , giunse a Cambridge un biologo sudafricano. Sia lui che Crick avevano lo scopo di risolvere il codice genetico, infatti nel 1958 Crick consegnò il suo articolo chiamato Sulla Sintesi delle Proteine in cui spiegò come la funzione dei geni fosse quella di creare proteine.

Nel 1959 venne nominato membro della Royal Society e nel 1962 vinse il premio Nobel per la medicina.

Frase celebre:


„Un uomo onesto, munito di tutte le conoscenze attuali, può solo affermare che per ora, in un certo senso, l'origine della vita appare quasi un miracolo tante sono le condizioni che debbono essere soddisfatte perché il meccanismo si metta in moto.“